|
adsp napoli 1
19 giugno 2024, Aggiornato alle 16,30
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4

Nel Regno Unito salario minimo per i marittimi internazionali

L'iniziativa mira a reprimere le pratiche sleali, porre fine allo sfruttamento e migliorare le condizioni di lavoro


Il Regno Unito ha varato una nuova legge che obbliga le compagnie di navigazione che operano nei porti britannici a fornire ai marittimi livelli salariali commisurati alle leggi sul salario minimo del paese, indipendentemente dalla nazionalità dell'equipaggio o dell'operatore. 

Il "Seafarers' Wages Act" è diventato legge nell'ambito di un'iniziativa del governo per istituire protezioni salariali un anno dopo che P&O Ferries aveva sostituito i suoi equipaggi con manodopera a contratto a bassa retribuzione e come parte della più ampia iniziativa per reprimere le pratiche sleali, porre fine allo sfruttamento e migliorare le condizioni di lavoro dei marittimi.

I marittimi che lavorano su navi che fanno scalo nei porti del Regno Unito almeno 120 volte l'anno avranno dunque ora diritto a un salario almeno equivalente al salario minimo nazionale per il loro lavoro nelle acque britanniche. Il salario minimo nel Regno Unito è attualmente fissato a 6,83 sterline (8,40 dollari) per un individuo di età compresa tra 18 e 20 anni, 9,18 sterline (11,20 dollari) per quelli tra 21 e 22 anni e per individui di età pari o superiore a 23 anni il salario minimo è 9,50 sterline (11,60 dollari). 
 

Tag: lavoro - marittimi