|
napoli 2
17 gennaio 2022, Aggiornato alle 18,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Naviris e Navantia lanciano proposta per la difesa navale europea

Per il bando "Modular Multirole Patrol Corvette" offrono all'Unione europea un programma già collaudato di corvette flessibili rientranti nel programma European Patrol Corvette

§(Commander, U.S. Naval Forces Europe-Africa/U.S. 6th Fleet/Flickr)

Fincantieri, Naval Group, con la loro joint-venture Naviris, e Navantia, rafforzano la collaborazione per il Modular Multirole Patrol Corvette (MMPC), il programma per la difensiva navale europea, avendo presentato il 9 dicembre una proposta relativa al bando MMPC del Fondo Europeo per la Difesa. Lo rende noto il consorzio.

La valutazione comune delle società è che l'Unione europea si trova sempre più di fronte a molti tipi di minacce (aumento delle tensioni tra grandi potenze, problemi di immigrazione illegale, terrorismo, per esempio). Durante il 2021 sono aumentate le richieste ai paesi europei di assumersi la responsabilità della propria sicurezza sia all'interno della NATO che come parte della politica europea di sicurezza e difesa comune. Diversi Stati membri hanno ripetutamente sottolineato la necessità di sviluppare capacità militari comuni. In questo contesto il programma portato avanti da Fincantieri, Naval Group e Navantia va a supporto dell'Unione europea nell'affrontare queste sfide.

Le società ritengono che questo sia il momento giusto per avviare la prima difensiva navale comune in Europa. Questo programma strategico esiste già, cioè l'European Patrol Corvette (EPC), la più importante iniziativa navale all'interno della Permanent Structured Cooperation (PESCO). L'obiettivo della proposta del 9 dicembre è massimizzare le sinergie e la collaborazione tra le industrie cantieristiche europee, sviluppando insieme una nuova EPC.

Parteciperebbero in tutto 10 Stati, di cui 4 (Italia, Francia, Spagna e Grecia) nel progetto PESCO della EPC e 6 nel co-finanziamento (Italia, Francia, Spagna, Grecia, Danimarca e Norvegia). A queste si aggiungono tre industrie cantieristiche europee (Fincantieri, Naval Group e Navantia) coordinate da Naviris e 40 aziende per sistemi e componenti navali.

EPC mira ad essere sviluppata in tempi molto brevi, partendo dagli studi di definizione della configurazione fino ad arrivare alla progettazione iniziale. Le unità militari sono quelle generalmente prodotte negli ultimi anni, ovvero unità flessibili, non dedicate esclusivamente a una sola attività, occupandosi quindi tanto di offesa che di difesa, quanto di supporto logistico che di approvvigionamento locale. 

-
credito immagine in alto