|
napoli 2
23 settembre 2020, Aggiornato alle 19,31
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Navigazione polare, Ecsa propone la sua ricetta

Il documento dell'organizzazione europea degli armatori punta ad accompagnare e migliorare il processo di politica integrata dell'Ue per la regione artica


L'Ecsa, organizzazione europea degli armatori, ha adottato un documento di posizione in cui si sostengono una serie di azioni che si auspica siano adottate dall'Ue per migliorare concretamente le condizioni della navigazione polare. Un testo inteso ad accompagnare e migliorare il lavoro in tal senso che già stanno svolgendo le istituzioni di Bruxelles.

All'inizio del 2016, infatti, gli armatori europei avevano accolto con favore l'adozione della politica integrata dell'Ue per la regione artica, condividendo le tre aree identificate come prioritarie (cambiamenti climatici e ambiente, sviluppo sostenibile e cooperazione internazionale).

Pertanto, riferisce, l'Agenda Confitarma, visto che la Commissione sta attuando la politica dell'Ue e il Parlamento Europeo sta lavorando sulla sua relazione, l'Ecsa ha ritenuto opportuno adottare il suo documento di posizione e proposta.

In particolare, nel documento Ecsa si esprime apprezzamento per gli sforzi Ue per attuare il Codice internazionale per le navi che operano nelle acque polari (codice polare), adottato dall'Imo che entrerà in vigore nel gennaio 2017.