|
napoli 2
23 ottobre 2021, Aggiornato alle 10,32
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Napoli, una passerella per il San Vincenzo. A settembre il progetto

Nei prossimi mesi Cassa depositi e prestiti lavorerà al finanziamento e alla fattibilità di una struttura che bypassi la zona militare

Il molo San Vincenzo di Napoli

Una passerella pedonale (e ciclabile?) per camminare lungo il molo San Vincenzo, al centro della città di Napoli. Entro settembre uno studio di fattibilità che tenga conto del confronto con enti locali e cittadinanza. Lo ha annunciato Cassa depositi e prestiti nel corso di un convegno dedicato organizzato dall'associazione VivoaNapoli, presieduta da Emilia Leonetti, e dal Propeller Clubs, guidato da Umberto Masucci.

Il progetto si basa su un protocollo di intesa con la Città Metropolitana di Napoli e l'Autorità di sistema portuale (Adsp) del Tirreno Centrale. La passerella dovrebbe correre lungo la base della Marina militare, bypassando così il divieto di transito pubblico. La struttura, infatti, serve a sbloccare l'accesso pubblico a un molo storico (circa 2,5 chilometri di lunghezza in mezzo al mare, sommando la parte di epoca borbonica con il prolungamento fatto in epoca moderna) che di fatto può essere già aperto al pubblico ma il cui accesso è impedito dalla presenza alla radice della zona militare.

«È importante velocizzare i tempi. Noi collaboriamo ma il Comune deve decidere cosa vuole fare del molo. Poi si passerà all'esecuzione. Il Comune decida presto insieme alle associazioni», commenta il presidente dell'Adsp campana, Andrea Annunziata.

«Abbiamo firmato un protocollo con Comune e Autorità portuale, prepareremo uno studio di fattibilità ascoltando le parti in causa per sentire le differenti proposte. Sarà pronto entro settembre», rassicura Emanuele Boni, amministratore delegato di Cassa depositi e prestiti immobiliare.

Tag: napoli