|
napoli 2
06 agosto 2020, Aggiornato alle 11,58
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Movimentazione merci, Trieste si conferma primo porto in Italia

Volume complessivo sostanzialmente stabile rispetto al 2014. Rilevante l'aumento (+21%) delle merci convenzionali


Con oltre 57 milioni di tonnellate, Trieste si conferma nel 2015 quale primo porto d'Italia per movimentazione di merci. Volume annuale che si traduce in un lievissimo miglioramento (0,1%) rispetto al 2014.

"Abbiamo superato vari record nel corso del 2015 - ha detto il commissario straordinario dell'Autorità portuale, Zeno D'Agostino - ma in realtà non ci interessa stilare delle classifiche, perché i numeri vanno letti e interpretati. Un porto è qualcosa di più che una posizione in una tabella che può variare di anno in anno. Desideriamo far emergere che Trieste ha sempre più un carattere polivalente".

Nel 2015 il traffico delle rinfuse liquide movimentato dal porto giuliano è ammontato a 41,29 milioni di tonnellate, in calo dell'1% sul 2014. Nel settore dei container sono stati movimentati 501.276 teu (-0,9%), con una netta la ripresa del traffico avvenuta nella seconda metà dell'anno, in grado di assorbire completamente la sostanziosa diminuzione iniziata già alla fine del 2014 e durata fino al primo semestre dello scorso anno.

Nell'anno appena concluso il traffico delle rinfuse secche ha registrato una forte crescita del 106,9% attestandosi a 1,63 milioni di tonnellate. Rilevante anche l'aumento delle merci convenzionali, che sono state pari a 637mila tonnellate (+21,8%). L'Autorità portuale riferisce che i segnali più incoraggianti arrivano però dal comparto ro-ro che ha segnato un + 1,5% con 301.144 semirimorchi movimentati.