|
adsp napoli 1
03 febbraio 2023, Aggiornato alle 13,49
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura - Eventi

Monitoraggio mare e sub, via al progetto per Internet sottomarino senza cavi

L'iniziativa all'avanguardia è ideata da Wsense, azienda nata da uno spin off dell'Università di Roma


Una rete internet sottomarina senza cavi che consentirà di realizzare osservatori wireless lungo la costa ligure e genovese allo scopo di monitorare lo stato di salute del mare, dall'ossigeno disciolto alla temperatura, alla salinità, fino alle correnti e le onde, durante The Ocean race, la grande regata in partenza a gennaio. L'installazione rientra nel progetto Greta, di Wsense, azienda, nata nel 2017 da uno spin off dell'Università di Roma con un gruppo di ricercatori e uno di imprenditori e manager, che oggi conta 50 addetti fra Italia e Norvegia. Il progetto è uno dei sei vincitori di "Verso The Ocean Race - Call For Innovation, lo sport nella Blue Economy".

"Grazie alle tecnologie che abbiamo sviluppato che stanno realizzando il più piccolo modem acustico sottomarino, un sistema miniaturizzato che può essere un centimetro per cinque, che ci permette di creare reti sottomarine, presentiamo un sistema per subacquei, grazie al quale potranno essere localizzati e connessi e quindi grazie ad un tablet saranno in grado di comunicare fra oro e potremo sapere la loro posizione", spiega Chiara Petrioli, docente de La Sapienza di Roma, pioniera delle reti sottomarine e dell'internet of underwater things, fondatrice e amministratore delegato di Wsense.
 

Tag: ambiente - nautica