|
napoli 2
22 maggio 2020, Aggiornato alle 15,17
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1
Logistica

Milleproroghe, tutte le novità per l'autotrasporto

Le disposizioni pubblicate in Gazzetta ufficiale riguardano, tra le altre, le cisternette, il bollo auto, il canone unico comunale e le reti viarie di Sardegna e Sicilia


Sulla Gazzetta ufficiale 51 del 29 febbraio è stata pubblicata la Legge n. 8 del 28 febbraio 2020, di conversione del decreto cd "milleproroghe" (decreto legge 162 del 30 dicembre 2019). Quali sono le novità per l'autotrasporto? La Fai-Conftrasporto le ha riassunte nel dettaglio.

«Preliminarmente – si legge in una nota - occorre constatare che durante la conversione in legge del provvedimento, e nonostante le rassicurazioni ricevute dal governo, non è stato approvato nessun emendamento che differisca l'entrata in vigore dei nuovi adempimenti richiesti alle imprese di autotrasporto possessori delle "cisternette", quelle di capacità superiore ai 5 metri cubi». Pertanto, al momento rimane confermato che a partire dal prossimo primo aprile, queste imprese dovranno:
• essere dotate di licenza fiscale rilasciata dall'Ufficio delle dogane territorialmente
competente;
• provvedere alla tenuta dei registri di carico e scarico in forma semplificata, in
conformità al provvedimento dell'Agenzia delle Dogane del 27 dicembre 2019

In merito al bollo auto, ci sono modifiche alle disposizioni sul pagamento per i veicoli concessi in locazione a lungo termine senza conducente, previste dal recente decreto fiscale. In particolare, si proroga al 31 luglio 2020 il termine dl versamento delle somme dovute in scadenza nel primo semestre 2020, ed introduce nuove modalità per individuare i soggetti tenuti al pagamento. Ricordiamo che il decreto fiscale ha stabilito che, alla stregua del leasing, la responsabilità del pagamento per il noleggio di veicoli di durata non inferiore a 12 mesi deve ricadere sull'utilizzatore del veicolo - sia esso un privato, un'azienda o un ente locatario - e non sul proprietario del mezzo, ovvero il noleggiatore. Sempre a proposito del bollo auto, Fai segnala la proroga al 30 giugno 2020 dell'utilizzo del sistema PagoPA.

Altre disposizioni:
• rinvio al 2021 del nuovo canone unico comunale introdotto dalla legge di bilancio 2020, in sostituzione dell'imposta comunale sulla pubblicità;
• la proroga alla data di approvazione dei bilanci relativi all'esercizio 2019, anziché al 16 dicembre 2019, termine entro il quale le società a responsabilità limitata e le
società cooperative sono tenute alla prima nomina del revisore o degli organi di controllo, come stabilito dal codice della crisi d'impresa. Su questo argomento, peraltro, Fai segnala l'altro intervento previsto nell'ultimo decreto legge emanato dal governo per fronteggiarle l'emergenza Coronavirus, che posticipa al 15 febbraio 2021 (dal 15 agosto) le segnalazioni agli Organismi di composizione della crisi d'impresa (OCRI) presenti presso ciascuna Camera di Commercio;
• la nomina, entro il 28 febbraio 2020, di un Commissario con l'incarico di sovraintendere agli interventi sulla rete viaria della Sicilia. Stessa figura
viene prevista anche per la Regione Sardegna, alla cui nomina si procederà con apposito decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri da adottare entro il 30
giugno 2020;
• la previsione – caldeggiata peraltro dalla Federlogistica – Conftrasporto, di una disposizione per ridurre i costi energetici e favorire l'uso dell'energia elettrica nelle banchine portuali. In particolare, l'Autorità di regolazione per l'energia potrà adottare provvedimenti volti ad introdurre una specifica tariffa per la fornitura di energia elettrica alle navi ormeggiate in porto, dotate di impianti elettrici con potenza nominale superiore a 35 Kw;
• introduzione di una disciplina ad hoc nei casi di revoca, decadenza o risoluzione di concessioni di strade o di autostrade, ivi incluse quelle sottoposte a pedaggio, che prevede l'affidamento della gestione ad ANAS in attesa dell'affidamento ad un nuovo concessionario.