|
napoli 2
01 ottobre 2020, Aggiornato alle 16,06
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Mercato autocarri cresce di un terzo a luglio

Siamo comunque di fronte ad una fase di ripresa lenta e difficoltosa, spiega Anfia


Finalmente un primo chiaro segnale di ripresa per il mercato italiano degli autocarri, che a luglio ha registrato una crescita del 33,9% rispetto allo stesso mese del 2019. Si tratta della prima variazione positiva dopo quella di febbraio 2020, che aveva chiuso a +9,4%.

Siamo comunque di fronte ad una fase di ripresa lenta e difficoltosa, spiega Anfia (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), come testimoniano i livelli produttivi ancora molto bassi dei veicoli industriali (autocarri e autobus) in Italia, che chiudono il primo semestre dell'anno a -41,3%. Né bastano, essendo ancora distanti dai livelli precedenti l'emergenza sanitaria, i primi segni di recupero del clima di fiducia delle imprese a risollevare il mercato e, quindi, a sostenere il necessario processo di rinnovo delle flotte. 

Secondo l'indagine Istat, a luglio l'indice composito del clima di fiducia delle imprese (Iesi) sale per il secondo mese consecutivo, passando da 66,2 a 76,7, ma solo nel settore delle costruzioni, dove passa da 124 a 129,7, torna a collocarsi sui livelli storicamente elevati registrati all'inizio del 2018. 

Secondo Anfia, ad incoraggiare gli investimenti finora rimandati delle aziende di autotrasporto intervengono, finalmente, le misure di incentivazione al rinnovo delle flotte previste dal Decreto Ministeriale n. 203 del 12 maggio 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale a fine luglio, a cui ha fatto seguito, il 7 agosto scorso, la pubblicazione del Decreto Direttoriale con le disposizioni di attuazione delle misure.