|
napoli 2
24 febbraio 2020, Aggiornato alle 12,12
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1
Logistica

Mercato auto nuove, comincia male il 2020 in Italia

Decisa riduzione delle vendite a gennaio. Unrae: "Ci danneggia un insieme scoordinato di provvedimenti a livello comunale e regionale"


Comincia male il 2020 per il mercato Italiano delle autovetture. Secondo i dati diffusi dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a gennaio diminuisce del 5,9% la domanda di auto nuove, con 155.528 unità immatricolate rispetto alle 165.271 dello stesso mese dello scorso anno, quando il mercato diminuì di più del 7%. Dopo un trimestre finale di 2019 positivo per la forte spinta di noleggio a lungo termine e autoimmatricolazioni, torna quindi in negativo la performance del dato mobile, come all'inizio dello scorso anno.

"In un quadro economico e geopolitico globale di grande incertezza, con ripercussioni negative sul nostro paese, come evidenziato dalla brutta partenza del mercato auto – ha commentato Michele Crisci, presidente Unrae, l'associazione delle case automobilistiche estere – l'ultima cosa di cui abbiamo bisogno è un insieme scoordinato di provvedimenti a livello comunale e regionale come quelli a cui abbiamo assistito e stiamo assistendo. Iniziative prive di logica e senza alcun beneficio sulla qualità dell'aria, che hanno invece impattato e stanno impattando in termini gravemente negativi sui consumatori e sul mercato – continua Crisci – con cancellazioni di ordini e ripensamenti da parte di acquirenti di auto diesel Euro 6, nuove e in linea con le più recenti normative in termini di emissioni".
 

Tag: automotive