|
napoli 2
27 maggio 2020, Aggiornato alle 20,46
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1
Logistica

Martedì riaprono i magazzini alle imprese. Confetra: "Boccata d'ossigeno"

Dal 14 aprile riprenderanno la produzione di legno e prodotti chimici, la manutenzione idraulica, aeronautica e ferroviaria. Riparte un pezzo di filiera industriale del Paese

Il premier Giuseppe Conte

I magazzini delle imprese produttrici, rimasti chiusi per il lockdown delle ultime settimane, potranno riaprire dal 14 aprile per consentire alle aziende di trasporto di riprendere le consegne rimaste in giacenza fino al 22 marzo, data del primo blocco produttivo nazionale. È la nuova disposizione governativa, contenuta nell'articolo 2 del nuovo decreto del consiglio dei ministri firmato oggi dal premier Giuseppe Conte, quello che prolunga il blocco fino al 3 maggio ma a partire da martedì prossimo consente l'apertura di alcune attività commerciali, tra cui cartolerie, librerie, rivendite di abbigliamento per bambini. Ma soprattutto riprendono la produzione di legno, sughero, schede elettroniche, fertilizzanti, utenselerie e prodotti chimici per l'agricoltura, ripartono la manutenzione e la riparazione di aerei e treni, la realizzazione di opere idrauliche. Insomma, riparte un pezzo di filiera industriale italiana.

«Finalmente giunta a soluzione una delicatissima questione che da settimane stava impattando negativamente sul ciclo operativo del trasporto e della movimentazione delle merci», ha commentato il presidente di Confetra, Guido Nicolini. Una boccata d'ossigeno per il settore che permetterà di decongestionare i centri logistici e gli hub di transito. «Tra l'altro - conclude Nicolini - approvvigionando le scorte, quando sarà terminato il lockdown le imprese potranno essere immediatamente operative e riprendere la produzione. Grazie alla ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, al premier Conte per aver ascoltato le le indicazioni provenienti dagli operatori logistici, dal campo».