|
napoli 2
09 luglio 2020, Aggiornato alle 18,02
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Personaggi

Mario Sommariva è commissario del porto di Trieste

Nomina in continuità con la gestione D'Agostino, la cui carica di presidente è stata dichiarata inconferibile dall'ANAC, per via di una legge che la stessa authority ha criticato

Mario Sommariva

Il ministero dei Trasporti ha nominato Mario Sommariva commissario dell'Autorità di sistema portuale che fa capo a Trieste, dopo la decadenza della carica di presidente di Zeno D'Agostino decisa dall'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) per inconferibilità della carica.

La nomina, formalizzata dalla ministra Paola De Micheli, è in continuità con l'attuale governance, visto che Sommariva è già segretario generale dell'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico orientale. La scelta del segretario, spiega il ministero dei Trasporti in una nota, serve ad «assicurare continuità all'azione amministrativa dell'Autorità portuale di Trieste ed impedire stasi connesse alla decadenza degli organi ordinari».

Contrariamente a quanto abbiamo scritto in un primo momento, come ha precisato successivamente l'ANAC la sua delibera «non produce nullità degli atti fin qui adottati ed è impugnabile davanti al giudice amministrativo». In altre parole, tutto ciò che Zeno D'Agostino ha firmato da novembre 2016, da quando è diventato presidente del sistema portuali giuliano, resta.

Con questi presupposti, la governance del porto di Trieste non sembra a rischio. Che la inconferibilità della carica sia più una questione formale, un difetto di giurisdizione, che la sostanza di un'irregolarità, l'ha confermato la stessa ANAC. La decadenza di D'Agostino, ha spiegato in una nota l'Autorità anticorruzione, «è la conseguenza dell'applicazione del decreto legislativo 39/2013, sulla quale dal 2015 [l'ANAC] ha più volte segnalato per vie ufficiali le criticità a governo e Parlamento, che tuttavia non hanno ritenuto di intervenire». L'inconferibilità dell'incarico - D'Agostino, in quanto presidente dell'Adsp, era anche contestualmente presidente di Trieste Terminal Passeggeri - «si fonda su una previsione legislativa espressamente applicata alle Autorità portuali e su una consolidata giurisprudenza amministrativa (sentenze del Consiglio di Stato n.126/2018 e n. 2325/2019) cui ANAC si è adeguata.

Tag: trieste - nomine