|
napoli
22 febbraio 2019, Aggiornato alle 16,38
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat
Infrastrutture

Marina d'Arechi cresce e investe a doppia cifra

Approdi e traffico salgono di quasi un quarto. Programmati investimenti per 40 milioni di euro


Il porto turistico di Marina d'Arechi sbarca al Salone Nautico di Genova al termine di una stagione estiva che ha registrato una crescita superiore del 22 per cento nel numero di approdi rispetto allo scorso anno. Da record l'incremento nel segmento dei maxi yachts, la cui presenza è più che raddoppiata, in termini quantitativi e qualitativi. Confermato per il terzo anno consecutivo porto Bandiera Blu, il polo ha investito ad oggi 85 milioni di euro e ne ha in programma altri 40 milioni, il tutto senza contributi pubblici a fondo perduto. Il capitale sociale è stato portato quest'estate a 30 milioni di euro.

Il porto turistico di Salerno è frutto di un'iniziativa lanciata nel 2000 da uno dei più attivi gruppi imprenditoriali del Mezzogiorno, il Gruppo Gallozzi di Salerno, azionista di maggioranza, con la partecipazione anche di Invitalia. Dopo circa una decina d'anni di progettazione e iter burocratici, la posa della prima pietra è stata alla fine del 2010, i primi ormeggi nell'estate del 2012. La cerimonia di posa dell'ultima pietra per le opere a mare si terrà alla fine di ottobre. 
 
Marina d'Arechi conta 340 mila metri quadri di specchio acqueo e mille posti barca. «Il porto di Marina d'Arechi - si legge in una nota della società - ha messo a punto modalità innovative per la cessione della proprietà del posto barca, tale da renderlo equiparabile a un investimento immobiliare altamente sicuro. Una volta trasferita la proprietà superficiaria con rogito notarile, la particella catastale relativa al posto barca viene frazionata e intestata a nome dell'acquirente. Il bene risulta così finanziabile, anche con un mutuo ipotecario, con un enorme vantaggio in termini di valore, rispetto a un semplice contratto di affitto».
 
«Siamo decisamente soddisfatti dei risultati raggiunti», commenta Agostino Gallozzi, ideatore e presidente del Marina, «perché non abbiamo mai smesso di crederci, di credere nell'importanza della filiera nautica per l'economia del nostro paese e nella sua ripresa. Quando tutti gli altri hanno alzato le mani, noi abbiamo deciso di andare avanti con coraggio e determinazione imprenditoriale. Marina d'Arechi è l'unico investimento infrastrutturale di grande qualità lanciato e completato in Italia nel periodo della grande crisi. Oggi siamo pronti a cogliere i frutti della ripresa che comincia ad avvertirsi anche nel settore della nautica».