|
adsp napoli 1
29 febbraio 2024, Aggiornato alle 17,38
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Marebonus, in Gazzetta il regolamento per i contributi

39 milioni nel 2022, 21,5 milioni per ciascuno degli anni successivi, fino al 2026. La gestione delle risorse a carico di RAM


È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 21 novembre il regolamento Sea Modal Shift che disciplina le modalità di ripartizione e di erogazione dei contributi per incentivare i mezzi pesanti a percorre tratte marittime a corto raggio imbarcandosi sui traghetti. È quello che una volta si chiamava "Marebonus" ed è stato attivato tramite un decreto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

L'obiettivo del Sea Modal Shift, o Marebonus, è quello di decongestionare la rete viaria e ridurre l'impatto del trasporto di merci su gomma, favorendo una soluzione più sostenibile, ossia il trasporto via mare.

Le somme disponibili ammontano a 39 milioni di euro per l'anno 2022 e 21,5 milioni per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026. La gestione dell'incentivo sarà a carico di RAM Logistica, Infrastrutture e Trasporti, in house del dicastero dei Trasporti. Per accedere all'incentivo Sea Modal Shift, il soggetto proponente può presentare domanda, redatta ai sensi del decreto del presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445, esclusivamente tramite la procedura informatica, raggiungibile dall'apposita sezione dedicata sul sito internet di RAM.

Il Sea Modal Shift è destinato a singole imprese di autotrasporto conto terzi, costituite anche in forma di raggruppamenti, temporanei o permanenti, che usufruiscano di un maggior utilizzo di servizi marittimi. In particolare ro-ro (camion e rimorchi) e ro-pax (passeggeri, auto, camion e rimorchi) in arrivo o in partenza da porti italiani verso porti situati in Italia o negli Stati membri dell'Unione europea o dello Spazio economico europeo.

Le imprese che richiederanno il contributo devono includere nella domanda un piano previsionale dei veicoli da imbarcare durante l'anno di incentivo specificato dal regolamento.

Al termine della rendicontazione definitiva, i beneficiari potranno ricevere un contributo di 30 centesimi di euro per ciascun veicolo imbarcato, moltiplicati per i chilometri evitati sulla rete stradale nazionale. Il regolamento indica gli itinerari marittimi che potranno ottenere l'incentivo, oltre alle rotte che saranno identificate dalle imprese che richiedono il contributo al momento della presentazione della domanda.

-
credito immagine in alto