|
adsp napoli 1
23 febbraio 2024, Aggiornato alle 19,53
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Manfredonia, via all'appalto per riaprire il bacino Alti Fondali

Autorità portuale e Cisa firmano il contratto per un'opera da 120 milioni di euro. L'obiettivo è risanare e ripristinare un'infrastruttura con forti potenzialità di rilancio dello scalo pugliese

Il bacino Alti Fondali del porto di Manfredonia

A pochi giorni dall'accordo con Sogesid per la costruzione del pontile di approccio, lo scorso 27 dicembre è stato sottoscritto il contratto di appalto per i lavori di riattivazione del bacino Alti Fondali del porto di Manfredonia, un'infrastruttura con le potenzialità di rilanciare sensibilmente l'attrattività dello scalo.

Contratto firmato tra il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, e il presidente del consiglio di amministrazione dell'impresa Cisa, Antonio Albanese, capogruppo del raggruppamento temporaneo di imprese formato da Operazione, Fincosit, Consorzio Stabile e Nautilus. 

Si chiude così una procedura complessa che consente all'autorità portuale di fruire di 80 milioni di euro del Piano Nazionale Complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, e di 41 milioni del fondo ZES Recovery Fund, tenendo conto che il quadro economico complessivo per la realizzazione dell'opera è di 121 milioni.

Ora si passa alla fase esecutiva di un progetto che riattiverà un'importante infrastruttura, il bacino Alti Fondali, prevedendo la realizzazione di lavori manutentivi di risanamento corticale delle strutture in calcestruzzo armato, la progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori di rifunzionalizzazione, consolidamento strutturale e miglioramento sismico. I lavori sono finalizzati, ripristinando le originarie condizioni di protezione delle armature, di riattivarne l'operatività, tramite anche il pontile di approccio di cui si occuperà Sogesid, in house del ministero delle Infrastrutture.

Per il presidente Patroni Griffi «Manfredonia saluterà il nuovo anno con prospettive di sviluppo straordinarie. Stiamo per realizzare un'opera storica e strategica che prevede interventi radicali che non solo miglioreranno significativamente la sicurezza dello scalo, ma imprimeranno un rilevante impulso alla crescita economica e infrastrutturale di tutto il territorio. Trasformeremo il porto conclude Patroni Griffi- in un hub moderno ed efficiente; un polo logistico e commerciale di rilevanza internazionale».