|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Magazzini, elettrico e supporto al credito. Il 2022 di Grendi

Il gruppo logistico pubblica la relazione d'impatto riassumendo la crescita sostenuta negli ultimi anni, fatta di nuove navi, nuovi mezzi e molte assunzioni


Una terza nave per navigare in maniera sempre più sostenibile anche con l'aiuto del vento. Impegno ad aumentare l'intermodalità ferroviaria e la prima web serie sulla logistica in cui i dipendenti del gruppo raccontano il mondo della logistica da un punto di vista non convenzionale, dove si intrecciano professionalità e passioni personali. Questo, e non solo, è quanto emerge dalla relazione d'impatto 2022 del gruppo logistico Grendi.

Nel corso del 2022 il gruppo ha movimentato sui binari da Marina di Carrara verso Reggio Emilia e Modena un ammontare pari al 2,7 per cento circa del totale tonnellate trasportate dai servizi marittimi, rimuovendo ogni settimana 110 viaggi camionistici su una tratta media di circa 180 chilometri.

La regolarità del servizio diretto sul porto di Olbia ha permesso di ridurre i chilometri effettuati per la raccolta e distribuzione all'interno dell'isola stimabili in circa 1,2 milioni di chilometri nel corso del 2022. A rafforzare i collegamenti con Olbia anche una terza nave (Estraden) con tecnologia rotor sail per sfruttare l'energia del vento, operativa da metà luglio scorso.

Cresce il peso dei mezzi elettrici per la distribuzione per l'ultimo miglio in Sardegna, isola dove nell'ultimo anno sono stati raddoppiati i magazzini a Cagliari. Più in dettaglio, con i veicoli elettrici è stato effettuato il 4 per cento circa dei chilometri totali per la distribuzione urbana ed extraurbana dai magazzini di Cagliari e Olbia e sono stati distribuiti circa l'11 per cento dei colli con una media di 6 mezzi elettrici utilizzati da luglio a dicembre 2022 e l'avvio del test per le consegne con cargo bike.

Per quanto riguarda il trasporto collettame e la distribuzione, Grendi ha completato nel corso del 2023 il raddoppio delle infrastrutture di stoccaggio a Cagliari con un secondo magazzino di 10 mila metri quadrati, primo investimento privato nella zona ZES del capoluogo sardo, necessario per aumentare l'offerta nei confronti dei principali clienti attivi sulla grande distribuzione organizzata o con proprie catene di distribuzione in Sardegna che pesa per il 50 per cento del business collettame.

Nel 2022 ci sono state diverse attività di supporto al credito per le imprese di autotrasporto di piccole dimensioni, mediante l'iniziativa di anticipo delle fatture passive a tassi sostenibili sviluppata in partnership con Crédit Agricole (Dynamic Discounting). 

Sono stati di recente attivati gli impianti fotovoltaici realizzati nei tetti delle strutture operative di Cagliari, Opera (MI) e a seguire Bologna per un totale di circa 3 MWh di potenza nominale installata. Contemporaneamente sono stati implementati sofisticati sistemi di monitoraggio in tempo reale dei consumi energetici con un modello cloud di rendicontazione e simulazione dei profili di consumo e delle potenze elettriche per individuare possibili iniziative di efficientamento energetico.

I dipendenti del gruppo sono cresciuti dell'85 per cento dal 2017 al 2022 a quota 157 persone. I fondi per il welfare sono cresciuti del 48 per cento e si associano a diverse altre iniziative: dal raddoppio del congedo di paternità alla cassetta delle idee, realizzata in materiali riciclati, per raccogliere i suggerimenti dei dipendenti per il miglioramento continuo dei processi. Oggi la percentuale di donne è circa il 18 per cento di questo totale. Sulle posizioni apicali le donne pesano invece per il 43 per cento (6 su 14). Per il 2023 gli obiettivi sono quelli di incrementare del 30 per cento il ruolo delle donne nel cda della holding del gruppo e del 10 per cento in termini di valore assoluto rispetto al totale dei dipendenti del gruppo.

Tag: sardegna