|
Porto di Napoli
15 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,25
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Maersk chiude fabbrica container in Cile

La produzione si concentra nello storico stabilimento di Qingdao


La compagnia marittima danese Maersk Line ha annunciato la chiusura della sua fabbrica di container reefer di San Antonio, in Cile. «Il consolidamento delle attività in un solo stabilimento rafforza la nostra capacità e abbassa i costi di produzione», afferma Sean Fitzgerald, amministratore delegato di Maersk Container Industry. L'armatore sposterà tutta la produzione nello storico centro di Qingdao, in Cina, 600 chilometri a sud di Pechino, aperto dal 1998. 

Quello di San Antonio ha aperto nel 2005 e ha prodotto per lo più reefer brevettati da Maersk destinati al trasporto di merci verso la costa occidentale dell'America Latina. Ha 1,209 dipendenti e Maersk, riferisce Fitzgerald, si impegnerà «a sostenerli e ad onorare gli obblighi». «La dura realtà – conclude - è che per essere competitivi oggi ci si deve adattare costantemente».