|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

L'India realizzerà un grande porto a Vadhavan

Il governo Modi si impegna a investire 8,5 miliardi di euro per costruire un grande land port. L'obiettivo è spingere l'esportazione di prodotti manifatturieri

Pescherecci vicino Dahanu

Il Consiglio dei ministri del governo indiano di Shri Narendra Modi ha approvato un progetto per la realizzazione di un grande porto a Vadhavan, vicino Dahanu, un centinaio di chilometri a Nord di Mumbai.

Il costo complessivo dell'investimento è di circa 8,5 miliardi di euro e prevede la realizzazione di un land port partecipato al 50 per cento da Jawaharlal Nehru Port Trust (JNPT), il fondo che gestisce il più grande porto container dell'India, Nhava Sheva (4,5 milioni di teu l'anno), il porto di Mumbai, che si trova nella stessa regione di Vadhavan, il Maharashtra, sulla costa Nord Occidentale. JNPT si occuperà di realizzare l'infrastruttura portuale, inclusa la bonifica della zona, la costruzione dei frangiflutti e la rete stradale. Il modello economico di investimento è quello classico pubblico-privato con il governo che mantiene il 50 per cento della gestione.

Il governo Modi prevede che con la realizzazione del porto di Vadhavan l'India entrerà nella top ten dei Paesi che movimentano più merci via container.

Vadhavan lavorerà in spalla a Nhava Sheva. Ha fondali naturali più profondi, fino a 20 metri, mentre Nhava Sheva si ferma a 16, anche se nei prossimi tre anni quest'ultima si espanderà raddoppiando la capacità a 10 milioni di teu. Gli ampi fondali di Vadhavan permetteranno così a Nhava Sheva di dirottare lì il traffico in eccesso, soprattutto quello di portacontainer da oltre 20 mila teu che hanno bisogno di fondali superiori ai 16 metri. 

Il governo indiano spiega in una nota che «le dimensioni sempre crescenti delle navi portacontainer rendono indispensabile lo sviluppo di un profondo porto container nella costa occidentale dell'India. L'aumento della containerizzazione delle merci, sulla scia del settore manifatturiero a valore aggiunto, rende importante preparare la nostra infrastruttura portuale per facilitare l'attività manifatturiera. Nel 2025 il potenziale di Nhava Sheva sarà completamente esaurito. La domanda di traffico di container accelererà ulteriormente dopo che i piani per migliorare le infrastrutture logistiche si concretizzeranno spingendo le esportazioni e la produzione di approvvigionamento».

Tag: india - container