|
napoli 2
23 ottobre 2021, Aggiornato alle 18,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

L'Imo vuole espandere il suo consiglio

L'obiettivo è quello di aggregare altri 12 Stati membri, passando da 40 a 52


Il consiglio dell'International Maritime Organization (Imo) ha approvato alcuni emendamenti alla Convenzione Imo per espandere le dimensioni dello stesso consiglio, prorogare il mandato dei suoi membri e riconoscere tre testi linguistici aggiuntivi come versioni autentiche della Convenzione. Le approvazioni sono state fatte durante la 33a sessione straordinaria del consiglio che si è tenuta l'8 aprile. Gli emendamenti saranno ora trasmessi alla trentaduesima sessione dell'assemblea dell'organizzazione internazionale, che si terrà dal 6 al 15 dicembre.  

Gli emendamenti proposti richiedono l'accettazione di due terzi dei membri dell'Imo o di 116 Stati membri (sulla base dell'attuale adesione di 174 Stati membri e due membri associati) per entrare in vigore. All'entrata in vigore di queste proposte di riforma del consiglio da parte dell'assemblea, il consiglio dell'Imo aumenterà di 12 Stati membri, dai suoi attuali 40 membri a 52. Le tre nuove lingue proposte sono invece l'arabo, il cinese e il russo.

Membri del consiglio attuali 
Gli attuali membri del consiglio che sono stati eletti per il biennio 2020-2021 sono: 
Categoria (a): Cina, Grecia, Italia, Giappone, Norvegia, Panama, Repubblica di Corea, Federazione Russa, Regno Unito, Stati Uniti. 
Categoria (b): Argentina, Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, India, Paesi Bassi, Spagna ed Emirati Arabi Uniti. 
Categoria (c): Bahamas, Belgio, Cile, Cipro, Danimarca, Egitto, Indonesia, Giamaica, Kenya, Kuwait, Malesia, Malta, Messico, Marocco, Perù, Filippine, Singapore, Sud Africa, Tailandia e Turchia.  
 

Tag: imo