|
adsp napoli 1
01 luglio 2022, Aggiornato alle 18,27
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Le navi da crociera tornano nel porto di Piombino

Stamane l'approdo di "Marella Discovery 2" della compagnia TUI. Nove scali già schedulati in un porto storicamente orientato a movimentare acciaio


È stato il settore che tra i primi si è fermato con l'arrivo della pandemia. Ed è uno degli ultimi a ripartire. Non completamente, peraltro, visto il gap con i 15 accosti fissati del 2019. Ma il programma di nove scali già schedulati per la stagione estiva rappresenta per Piombino un nuovo passo in avanti verso il ritorno alla normalità. E, forse, il trampolino di lancio verso prospettive di crescita legate allo sviluppo del turismo crocieristico.

Le crociere tornano a farsi vedere nel porto storicamente adibito all'approvvigionamento dell'acciaio, con l'approdo di stamani alla banchina alto fondale della Marella Discovery 2 della compagnia TUI, una nave da 1,338 passeggeri che ha già scalato il porto in altre occasioni. Ad accoglierla, il comandante e i passeggeri della nave, il responsabile dell'ufficio territoriale di Piombino dell'autorità portuale, Claudio Capuano, l'assessore comunale al Turismo, Sabrina Nigro, e Laura Miele in rappresentanza del Tuscany Terminal.

«L'approdo della Marella Discovery 2, assieme alla ripresa delle attività crocieristiche nel porto, rappresenta un segnale positivo per uno scalo portuale che vuole mettersi alle spalle anni difficili», ha detto Capuano, «la stagione crocieristica è appena iniziata. E il programma degli accosti è ancora molto fluido. Potrebbero esserci modifiche e/o integrazioni all'ultimo minuto. Ma quello che conta è il porto sia finalmente ripartito. Quest'anno cercheremo di strutturarci al meglio per garantire ai turisti e ai passeggeri un servizio di accoglienza che sia all'altezza di tale nome. Ma non possiamo e non dobbiamo fermarci qui: per il 2023 abbiamo allo studio diverse iniziative finalizzate all'implementazione di questi servizio».

Anche per il presidente dell'Autorità di sistema portule che fa capo a Livorno, Luciano Guerrieri, il ritorno delle crociere nella città è un fatto positivo per lo scalo portuale: «I nove scali programmati nel porto, assieme ai 79 schedulati a Portoferraio, sono una base da cui ripartire per il nostro Sistema Portuale. I numeri sono senz'altro migliorabili ed il nostro lavoro deve essere finalizzato a questo».