|
Porto di Napoli
15 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,25
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Lamberto Tacoli bissa la guida di Nautica Italiana

Tre nuovi vicepresidenti, oltre a qualche riconferma. Tacoli: "Rappresentanze trasversali"


I soci di Nautica Italiana, riuniti venerdì in assemblea a Milano, hanno confermato Lamberto Tacoli alla guida dell'associazione per i prossimi tre anni. Una decisione che, secondo l'associazione, «garantisce continuità e rappresenta un importante riconoscimento per l'operato svolto dalla presidenza nel triennio appena trascorso».

Riconfermati Michele Gavino, vicepresidente Vicario con delega al Bilancio, alle Relazioni B2B fra soci Grandi e PMI, alla Qualità della Filiera; Giovanna Vitelli, vicepresidente con delega alle Relazioni Istituzionali, ai Rapporti con Altagamma e al Design. Tra i nuovi ingressi, Claudio Galbo, vicepresidente con delega a Comunicazione, Eventi e Rapporti con altre Associazioni; Daniele Guidi, vicepresidente con delega agli Accessoristi e alla Sostenibilità; Matteo Italo Ratti, vicepresidente con delega al Legislativo, Marine e Servizi. 

L'assemblea ha poi eletto anche i Consiglieri, «in rappresentanza trasversale»: Alberto Amico, Cataldo Aprea, Fabio Pesto, Dino Salvemini, Enrico Sgarbi e Giancarlo Galeone. Nomine «rappresentative di tutte le aree di interesse dell'associazione:  cantieristica, refitting, marine ai servizi, RIB, accessoristi,  design, studi di progettazione. 

«Piena trasversalità» il motto di Tacoli, «nella rappresentanza di tutta la filiera d'eccellenza del Made in Italy nautico; tutelare e al tempo stesso connettere la nostra tradizione con i mercati globali e supportare in particolar modo le piccole e medie imprese e i Territori; mano tesa a tutte le altre forze, istituzionali e associative, che vogliano collaborare per rimettere la nautica al centro dell'agenda nazionale ed europea».

Tra le varie iniziative lanciate negli ultimi anni da Nautica Italiana c'è Nautica Italiana Academy che vede l'associazione partner di atenei quali il Diten di La Spezia, la Bologna Business School, il Politecnico di Milano. Poi la partnership con il gruppo cinese Visun, che potrà supportare le nostre PMI nella penetrazione del mercato cinese. Ed, infine, le collaborazioni con Rina, Navigo, Lega Navale e Assonautica, fino al recente riconoscimento di Nautica Italiana tra gli esperti della Commissione Europea-DG Enterprise.