|
napoli 2
23 agosto 2019, Aggiornato alle 16,11
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Fotopost

La Genesi del mare

La natura primordiale nelle foto di Sebastiao Salgado esposte al Pan di Napoli fino al 28 gennaio


Più riesci a guardare lontano, con un potente telescopio, e più ti avvicini alle origini dell'universo. È un fenomeno noto in astronomia. Con le immagini di Sebastiao Salgado capita qualcosa di simile. Gli angoli remoti del globo che ha visitato e fotografato nel corso del progetto Genesi (al Pan di Napoli fino al 28 gennaio), più che essere lontani nello spazio, lo sono nel tempo. È il nostro mondo giovane, nudo, quasi ancora in cerca di una forma definitiva, con un confine incerto tra mare e fiumi, tra acqua e terra. Nel bianco e nero del fotografo brasiliano i pinguini dell'Antartide, le zebre, le balene, gli elefanti e i pochi rappresentanti della specie umana sembrano tutti muoversi in silenzio, un po' smarriti nel paesaggio ostile, tesi a cogliere il significato della loro presenza qui. Magari la risposta è oltre le nuvole. Oltre la Genesi. (Mar. Mo.)