|
napoli 2
20 settembre 2020, Aggiornato alle 16,15
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Itf, cresce il trasporto ferroviario merci sulla tratta Reno-Alpi

È allo studio la possibilità di far viaggiare convogli più lunghi entro pochi anni


L'International Transport Forum (Itf) svoltosi a Lipsia ha visto i ministri dei trasporti europei di Paesi Bassi, Italia, Svizzera, Belgio e Germania discutere in ordine al corridoio Reno-Alpi, che collega i porti strategici di Rotterdam e Genova attraverso la Svizzera ed i maggiori centri economici tedeschi delle regioni Renania-Ruhr e Renania-Meno-Neckar.

Dal summit, riferiscono Railfreight.com e Cisco, è emerso che uno dei fattori fondamentali per l'espansione della capacità sulla tratta sarà l'introduzione di treni più lunghi. I ministri hanno infatti discusso la possibilità di effettuare entro il 2021 operazioni sulla tratta Rotterdam-Genova con i primi treni lunghi 740 metri, vale a dire 200 metri più lunghi dei convogli attuali.


Secondo il ministero delle Infrastrutture e dell'Ambiente olandese, nonostante che il trasporto merci ferroviario abbia dovuto affrontare una forte concorrenza negli ultimi anni da parte della strada e delle idrovie, la quota di mercato del trasporto merci ferroviario del corridoio logistico fra i porti del Mare del Nord via Svizzera alla volta dell'Italia è aumentata del 6,8%, mentre il trasporto stradale è calato del 3,4%. Inoltre, il trasporto ferroviario offre enormi vantaggi ambientali, dal momento che un treno in media trasporta 52 volte più merci di un camion, generando peraltro sino all'80% in meno emissioni di gas serra.