|
napoli 2
27 novembre 2021, Aggiornato alle 09,59
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Interporto Rivers di Venezia, piano da 39 milioni per rilanciarlo

Presentato a un panel di autorità ed enti locali il polo logistico acquisito dal gruppo Orlean di Gabriele Volpi. Si punta su fotovoltaico, tracciamento della merce e automazione, seguendo il modello della Intels nigeriana

L'Interporto Rivers di Venezia

L'Interporto Rivers di Venezia si rilancia con un nuovo piano industriale. Salvato lo scorso anno dal fallimento con un investimento di 20 milioni di euro attraverso Rivers Docks, società del gruppo Orlean Invest Holding che fa capo a Gabriele Volpi, un panel tenutosi sabato a Venezia con le autorità e gli enti locali ne ha illustrato le prospettive di sviluppo. 

Il piano di sviluppo è urbanistico e punta in primo luogo al recupero e alla riqualificazione delle aree dismesse, come la ex Echart. Inoltre, è in corso di realizzazione l'ampliamento di un magazzino, la creazione di un parco fotovoltaico da 1 Mw l'anno e l'installazione di un impianto di depolverizzazione mobile tramite una tramoggia aspirante e benne specializzate. In programmazione c'è l'automazione di alcuni processi produttivi, come il tracciamento della merce per la movimentazione e lo stoccaggio. Al momento sono stati investiti 29 milioni di euro, mentre ne sono in programma altri 10 milioni, di cui una parte finanziabili dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Il modello è quello di un terminal multipurpose operativo nell'area del triveneto, con la gestione integrata dell'intera catena logistica sul modello di un'altra società di Volpi, la Intels, principale gestore logistico del petrolio della Nigeria. Ci vorranno nuove professionalità tecnologiche e informatiche, magari creando un hub di ricerca e sviluppo. Lo sbocco è il porto di Venezia, per portare e ricevere merce lungo la direttrice nord-sud, est-ovest per Europa, Mediterraneo, Middle East e Africa. 

Ospiti del panel, moderato dal direttore del quotidiano La Ragione–leAli alla libertà, Fulvio Giuliani; il presidente di Interporto Rivers Venezia, Bruno Savio; il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico Settentrionale, Fulvio Lino Di Blasio; Simone Venturini in rappresentanza dell'amministrazione comunale di Venezia; l'ammiraglio Piero Pellizzari, direttore marittimo del Veneto e Comandante della Capitaneria di Porto di Venezia; Vincenzo Marinese, presidente di Confindustria Venezia–Rovigo; e Donata Costa, procuratore europeo delegato – Procura Europea di Venezia.