|
napoli 2
20 ottobre 2020, Aggiornato alle 21,16
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Infrastrutture, lavoro, sanità. La lettera di Provenzano a Confetra

il ministro per il Sud e la Coesione territoriale del governo Conte interviene all'"Agorà". La Zona economica speciale al centro degli strumenti di rilancio del Mezzogiorno

Il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano

Gentile Presidente,
Gentili partecipanti al forum di CONFETRA,

mi scuso molto per non aver potuto partecipare all'iniziativa ma alcuni impegni istituzionali (sono stato a Bruxelles proprio in questi giorni) e di natura personale mi hanno complicato l'agenda in maniera non prevista.

Ho letto con grande interesse la relazione del Presidente Nicolini e desidero ringraziarlo, anche a titolo personale, per aver citato alcune delle misure su cui il mio Ministero ha lavorato in questi mesi, come l'istituzione delle Zone Economiche Speciali, la Fiscalità di Vantaggio e la soluzione di quel fastidioso inconveniente tecnico che impediva alle aziende con codice ATECO 52 di accedere agli incentivi fiscali previsti per le ZES. Si tratta di un impegno che mi ero assunto personalmente e, grazie anche alla collaborazione dell'Agenzia delle Entrate, sono felice sia andato a buon fine.

Non devo ricordare io quanto il settore della logistica, ancor più in questi difficili mesi di pandemia, sia vitale per il nostro paese. Le lavoratrici e i lavoratori della categoria, insieme a tanti altri colleghi in campi diversi, hanno permesso – pur nell'eccezionalità della situazione – ai nostri concittadini di mantenere un minimo di normalità e, per questo, dobbiamo essere tutti grati.

Oggi, mentre definiamo insieme il rilancio del paese – anche grazie alle risorse europee in arrivo nei prossimi mesi – dobbiamo essere in grado di costruire un percorso partecipato capace di individuare chiaramente le priorità del paese: infrastrutture, fisiche e digitali, lavoro di qualità, un nuovo sistema sanitario, saranno le grandi sfide che ci aspettano. Lavoreremo a stretto contatto con gli operatori di tutti i settori affinchè questa occasione non vada sprecata, costruire una Italia più moderna, più sicura e più efficiente è un dovere per tutti noi e, sono certo, che CONFETRA non farà mancare il suo supporto e la sua esperienza.

Tag: Confetra