|
napoli 2
14 maggio 2021, Aggiornato alle 20,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Inaugurata a Gioia Tauro la nuova viabilità portuale

Con un investimento di circa 11 milioni di euro, l'infrastruttura serve ad agevolare gli spostamenti nello scalo e separare mobilità su gomma e ferro


L'Autorità portuale di Gioia Tauro ha inaugurato questa mattina la nuova viabilità portuale, al fine di dare avvio alla relativa operatività. Con un investimento di circa 11 milioni di euro, l'infrastruttura è stata realizzata per rendere agevole la viabilità interna all'area portuale e garantire in sicurezza la separazione tra la mobilità su gomma e quella su ferro. A tale proposito, per rendere autonome le aste ferroviarie dall'attraversamento viario, è stato costruito un cavalca ferrovia con una campata centrale di circa 20 metri d'altezza, costituita da due archi a spinta, collegati in sommità da un sistema di controvento di alto profilo architettonico. 

In piena sintonia con le normative di sostenibilità ambientale, precisa l'Authority portuale, l'opera è stata realizzata in acciaio inox, acciaio corten e lastre in vetro stratificato, materiali che permettono un'auto-protezione dagli agenti atmosferici, considerata la vicinanza al mare, al fine di non dover eseguire continue manutenzioni ordinarie. Nel contempo, la piattaforma stradale di circa sei chilometri (3 km lungo l'area retro portuale e altrettanti nella zona portuale di ponente) è stata organizzata in una carreggiata a due corsie, una per senso di marcia, con relative banchine di destra e sinistra. Complessivamente, l'intera viabilità portuale è illuminata da un sistema a led, per rispondere ai criteri di efficienza ed efficacia, rendimento e basso consumo energetico come richiesto dalla normativa vigente di settore. 

"Quella della nuova viabilità portuale è un'altra realizzazione importante che va ascritta all'impegno dell'Ufficio Tecnico di questa Autorità portuale. – ha dichiarato il commissario straordinario Andrea Agostinelli -. È altresì un'opera imprescindibile sotto il profilo della sicurezza, dal momento che in porto – d'ora in avanti – dovranno convivere manovre ferroviarie, con l'entrata in esercizio del nuovo gateway ferroviario e con l'approvazione del regolamento di manovra, e manovre veicolari, di tutti coloro che raggiungeranno il posto di lavoro nei terminal e nelle aziende che operano nel comprensorio portuale. Rimane da aggiungere che, mentre questo sforzo di sicurezza è stato coronato da successo nel porto, permangono purtroppo condizioni di insicurezza nella rete viaria extra portuale, accidentata e scarsamente o per nulla illuminata di sera. Mi auguro veramente - ha concluso Agostinelli – che il dialogo avviato nei mesi scorsi con la Regione Calabria e con il Corap, possa finalmente definire le "competenze" su chi debba gestire e mettere in sicurezza quelle aree".