|
napoli 2
26 novembre 2020, Aggiornato alle 21,25
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

In Italia un camion su quattro è fermo

Per molti autotrasportatori è sempre più complicato, se non vietato, consegnare la merce. Il confine sloveno e austriaco sono bloccati. Longo: "Rischiamo il fermo tecnico"


Ad oggi un quarto dei mezzi pesanti che circolano in Italia è fermo. Lo rende noto Trasportounito, fotografando la situazione dell'autotrasporto, nei giorni più bui, nel pieno di una delle più gravi epidemie mondiali degli ultimi cento anni, come ha definito ieri la pandemia di Coronavirus il presidente della Francia, Emanuel Macron, nel discorso alla nazione di ieri.

«Già oggi - spiega il sindacato - un camion su quattro della flotta italiana di mezzi pesanti è ferma nei piazzali». Molti conducenti si rifiutano di circolare per timore di contagi, o per la scarsa disponibilità dei servizi di base, per esempio quelli igienici. Porti e centri di carico e scarico sono inaccessibili, i mezzi sostano ore in condizioni precarie. I transiti ai confini, soprattutto verso Slovenia e Austria, sono praticamente bloccati. Le revisioni sono annullate o rinviate, quindi migliaia di mezzi sarebbero in teoria non a norma.

Il risultato è un'impennata della tensione e dello stress, con un numero crescente di autotrasportatori che stanno sospendendo l'attività. «Il rischio - conclude Maurizio Longo, segretario generale di Trasportounito - è un fermo tecnico».

-
credito immagine in alto