|
napoli 2
28 luglio 2021, Aggiornato alle 16,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Eventi - Infrastrutture

Impatto acustico nei porti, si conclude il progetto Mon Acumen

Appuntamento il 21 luglio per l'evento finale trasmesso online. L'iniziativa ha coinvolto gli scali di Livorno, La Spezia, Cagliari e Bastia


Si conclude con un appuntamento trasmesso online mercoledì 21 luglio (dalle ore 9) il progetto Mon Acumen, coordinato dall'AdSP dell'Alto Tirreno con l'obiettivo di ridurre l'impatto acustico nei porti commerciali dell'area di cooperazione tranfrontliera (Livorno, La Spezia, Cagliari e Bastia) sviluppando una comune metodologia di analisi della descrizione acustica e del rilevamento del rumore. In tre anni di attività, dal 2019 ad oggi, è stata sviluppata una progettazione condivisa dei sistemi di monitoraggio e una raccolta e verifica unitaria dei dati, necessaria per una efficace pianificazione, così come richiesto dalla Direttiva 2002/49/CE.

Finanziato all'interno del Programma di Cooperazione transfrontaliero EU INTERREG Italia Francia Marittimo e coperto all'85% dal FESR, il progetto ha messo a disposizione un budget complessivo di 1,83 milioni di euro per progettare sistemi di rilevamento acustico conformi agli standard nazionali ed europei e per confrontare e classificare i dati in informazioni utili per la politica dei trasporti sia in Italia che in Francia.

All'evento finale che si terrà il prossimo 21 luglio parteciperanno tutti i protagonisti del progetto: oltre all'AdSP dell'Alto Tirreno, Mon Acumen coinvolge l'AdSP del Mare di Sardegna, l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, l'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale Toscana, la Camera di Commercio e dell'industria di Bastia e l'Università di Genova.
 

Tag: porti