|
Porto di Napoli
19 ottobre 2018, Aggiornato alle 16,32
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Politiche marittime

Il Senato boccia la nomina di Spirito. Ma non è vincolante

Il manager campano, proposto per la guida dell'Autorità di Sistema del Tirreno Centrale, ha ricevuto 8 voti a favore, 8 contrari e 4 astenuti. La parola passa alla Camera


Inizia in salita l'esperienza di Pietro Spirito alla nuova Autorità di sistema di Napoli e Salerno. Sia pur non vincolante il voto della commissione del Senato ha in pratica bocciato il candidato presidente alla Adsp del Tirreno centrale. La prossima settimana lo stesso andrà al parere della commissione Camera dove però non dovrebbe avere problemi.

La nomina era stata proposta all'inizio di novembre su indicazione del ministro Graziano Delrio, Il passaggio parlamentare, previsto dalla legge, si è chiuso con 8 voti a favore, 8 contrari e 4 astenuti che in Senato sono conteggiati nel totale dei voti contrari.

Protagonista dello strappo il senatore del Pd Stefano Esposito che, come annunciato, ha votato insieme con le opposizioni. Tra Esposito e Spirito i rapporti sono tesi fin da quando il manager campano era all'Atac. E quest'ultimo nel suo libro Trasportopoli, cronache dall'inferno Atac non aveva risparmiato critiche al senatore.