|
napoli 2
28 ottobre 2021, Aggiornato alle 14,00
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture - Logistica

Il futuro dell'export viaggia sui binari

L'amministratore delegato di Trenitalia fa il punto sullo sviluppo della rete ferroviaria europea


Per accompagnare il Paese oltreconfine, per far conoscere e supportare le eccellenze nazionali, le storie ed esperienze di successo, un ruolo centrale lo avranno le infrastrutture e i servizi ferroviari, protagonisti in Europa. Lo ha detto l'amministratore delegato di Trenitalia, Luigi Corradi, nel corso di Italian Export Forum, la tre giorni degli stati generali dell'Export tenuta a Marsala. 

"Il know how tecnologico e l'esperienza della concorrenza nell'alta velocità - ha sottolineato Corradi - hanno permesso a Trenitalia e all'intero sistema ferroviario italiano di essere un modello da esportare negli altri Paesi, in particolare in Europa dove grazie alle recenti norme non esistono più barriere. Oggi Trenitalia è presente in cinque Paesi europei aumentando e differenziando l'offerta per i passeggeri. In Francia entro l'anno il Frecciarossa 1000, nostra punta di eccellenza, viaggerà fra Parigi e Milano coprendo anche la tratta fra Parigi e Lione; in Spagna lo stesso treno alta velocità ha iniziato il processo di omologazione per attivare collegamenti fra le principali città del Paese entro la fine del 2022; in Gran Bretagna e Germania siamo già presenti con collegamenti regionali e a lunga percorrenza; infine, non meno importante, siamo alle battute finali per attivare collegamenti alta velocità in Grecia fra Atene e Salonicco. Questi progetti - ha aggiunto Corradi – confermano la vocazione europea di Trenitalia e l'importanza dell'attività svolta in Italia, dove lavoriamo ogni giorno per migliorare il trasporto ferroviario metropolitano, regionale e alta velocità".

Un fondamentale ruolo per l'export italiano, ha infine precisato Corradi, avranno i corridoi ferroviari TEN-T, importanti arterie di collegamento, sia per le merci che per lo spostamento di persone, che contribuiranno a creare uno spazio unico comunitario del trasporto basato su un'unica rete transeuropea dove anche i porti e gli aeroporti, insieme alla modalità ferroviaria, contribuiranno a unire gli stati membri Ue in modo intermodale, interoperabile e dunque anche più sostenibile.

Tag: ferrovie