|
napoli 2
28 ottobre 2021, Aggiornato alle 14,00
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

GTS lancia servizio Bari-Rotterdam

Primo collegamento transeuropeo per l'operatore barese con una linea settimanale che si aggiunge alle tappe di Piacenza e Segrate. Ahsman: "Adatta a cibo e bevande"

(Gabriele Gussoni/Flickr)

General Transport Service (GTS), operatore ferroviario italiano con base a Bari, ha avviato una navetta tra Rotterdam e il capoluogo pugliese. Un servizio settimanale con partenza da Bari ogni sabato per un viaggio di circa tre giorni.

«Il nostro servizio diretto è particolarmente adatto per merci che richiedono tempi di transito molto rapidi, come cibo e bevande», spiega Nick Ahsman, country manager di GTS Paesi Bassi e Belgio. «Tramite Bari abbiamo anche un ottimo collegamento con la Turchia per importare tessuti». La capacità dell'espresso Bari-Rotterdam ha una capacità per i container di 33 x 45 piedi, in entrambe le direzioni. 

Il servizio si aggiunge a quelli esistenti tra Bari, Segrate e Piacenza, che già collegano indirettamente Rotterdam. Ahsman si aspetta per questo «un'ulteriore crescita da e per Rotterdam perché è la porta di accesso al Regno Unito, all'Irlanda e all'Europa Nord-occidentale. Il trasporto su strada sta soffrendo molto della mancanza di autisti in Europa. Ciò avrà un effetto positivo sul trasporto ferroviario, che, guardando alla riduzione di CO2, è sicuramente vantaggioso per tutti».

GTS è stata fondata nel 1977 e in questo periodo è in fase di espansione, con l'ingresso del fondo Marguerite che le permetterà nuovi investimenti. Oggi è guidata dall'amministratore delegato Alessio Muciaccia. Il primo treno nazionale risale al 1992 mentre quello internazionale nel 2007. Attualmente offre servizi tramite 40 treni nazionali intermodali settimanali sulle linee adriatiche, e altri 20 sulle linee tirreniche. I Paesi collegati sono Italia, Paesi Bassi, Belgio e Germania, servendo indirettamente Regno Unito, Irlanda, Turchia e Grecia tramite i traghetti. In tutto, con oltre 200 impiegati, l'azienda barese gestisce 23 locomotive, 400 vagoni ferroviari e 3 mila container da quaranta piedi.

-
credito immagine in alto