|
adsp napoli 1
02 dicembre 2022, Aggiornato alle 17,37
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Gts lancia "2SeasTrain", servizio intermodale tra Bari e Zeebrugge

É il più lungo collegamento merci d'Europa. Al via l'11 ottobre con una partenza settimanale, che diventeranno tre a dicembre


L'operatore pugliese GTS lancia 2SeasTrain, il più lungo servizio  intermodale e ferroviario d'Europa, che collega il porto di Bari con quello di Zeebrugge, in Germania, percorrendo oltre 2 mila chilometri in quarantott'ore.

Il servizio partirà l'11 ottobre con un giro a settimana, per passare a tre, già programmati, da inizio dicembre. In Italia la trazione ferroviaria verrà realizzata da Gts Rail, l'impresa ferroviaria del gruppo Gts e tra le prime quattro in Italia per volumi, che ha recentemente investito 70 milioni per l'acquisto di altri 20 locomotori elettrici di ultima generazione dalla francese Alstom, portando la flotta ad un totale di 48 unità. Dal confine, la prosecuzione è affidata alla svizzera BLS, partners storico di Gts.

Ogni treno porterà 32 unità di trasporto intermodale e, come per tutto il network Gts, ospiterà container da 45' di proprietà per il door2door (gestione primo ed ultimo miglio inclusi). Ma sarà anche disponibile per terzi proprietari di UTI (unità di trasporto intermodale) di qualsiasi tipologia. Da Zeebrugge la merce arriverà nel Regno Unito e in Irlanda. Da Bari prosecuzioni con la Grecia, Turchia ed Albania. In totale i collegamenti per Zeebrugge arrivano così a 13 giri a settimana, inclusi i 7 da Piacenza e i 3 da Bologna. Il GTSNET, network proprietario ferroviario, arriva così ad oltre 100 treni a settimana tra domestici ed internazionali.

Alessio Muciaccia, CEO del gruppo, spiega in una nota che "oggi più che mai abbiamo la necessità di collegare punti geografici distanti con tempistiche iper-competitive, inquinare il meno possibile e rendere più efficiente il sistema trasporto merci per sfidare la congestione delle infrastrutture italiane ed europee. Il nostro bacino mediterraneo ha, per primo, la necessità di collegamenti ad alta efficienza verso i mercati del nord Europa e con questo treno diretto le aziende del sud Italia potranno abbattere tempi e costi e diventare più competitive.  In due giorni, con meno emissioni di Co2 rispetto al tutto-gomma e con un aumento di tonnellate di merce trasportata, collegheremo il mar Mediterraneo con il Mare del Nord".

Tag: ferrovie