|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Gts avvia il collegamento ferroviario Bari-Nola

L'operatore pugliese punta a trasferire dalla strada alla rotaia 180 veicoli industriali alla settimana. I convogli transitano in Calabria


La compagnia ferroviaria Gts ha inaugurato un nuovo collegamento tra il terminal di Bari e quello di Nola, facendo tappa a Paola e Salerno. L'operatore pugliese punta così a trasferire dalla strada alla rotaia 180 veicoli industriali alla settimana. Nella prima fase è previsto un viaggio la settimana, una frequenza che potrebbe triplicare entro la fine di giugno 2024. I prodotti prevalenti sono pomodoro, pasta, bevande ma anche prodotti siderurgici e imballaggi.

"Il collegamento ferroviario diretto Bari-Napoli è una infrastruttura obsoleta che presenta molte criticità, a partire dai limiti relativi alla sagoma dei container", ha spiegato Fabio Piliego, direttore commerciale di Gts. "Tali limiti impediscono infatti di far viaggiare i treni con container di capienza di 90 metri cubi, i più commerciali e per cui le aziende fanno più richiesta. Così, in attesa dell'ammodernamento e della conclusione delle opere ferroviarie, grazie a questo percorso alternativo Gts sarà in grado di soddisfare un'importante domanda tra i mercati pugliesi e quelli campani ma non solo". 

Per Lucio Punzo, amministratore delegato di TIN Terminal Intermodale Nola Spa, "la connessione con Bari rappresenta il primo collegamento ferroviario tra Nola e il sud Italia, un ulteriore passo di TIN verso l'obiettivo di diventare il terminal ferroviario di riferimento di tutto il meridione".
 

Tag: ferrovie