|
napoli 2
27 novembre 2021, Aggiornato alle 09,59
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Governo semplifica logistica digitale: via Uirnet, dentro Ram

Il soggetto attuatore per lo sviluppo della logistica dei trasporti è stato assorbito nel ministero delle Infrastrutture. La in house del dicastero dell'Economia assume parte delle funzioni


Finisce l'avventura di Uirnet. Il soggetto attuatore del ministero delle Infrastrutture - nato nel 2005, ribattezzato DigITAlog da qualche anno, focalizzato sullo sviluppo della logistica in generale e del digitale in particolare - è stato assorbito dallo stesso dicastero nel decreto legge sull'attuazione del Pnrr, pubblicato in Gazzetta. La ragione, si legge, è «al fine di accelerare l'implementazione e il potenziamento della Piattaforma per la gestione della rete logistica nazionale in coerenza con il cronoprogramma previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza». Per il nuovo assetto, che vede l'ingresso di Rete Autostrade del Mediterraneo, il governo stanzia 58 mila euro per quest'anno e 700 mila euro per l'anno prossimo. 

Saranno quindi direttamente gli uffici del ministero di Enrico Giovannini a dirigere lo sviluppo dell'automazione, della digitalizzazione e dell'informatizzazione del trasporto in Italia. In assenza di un soggetto specifico, il "consulente" della logistica digitale del ministero delle Infrastrutture diventa Rete Autostrade del Mediterraneo (RAM), la in house del ministero dell'Economia incaricata di gestire lo sviluppo del cabotaggio e delle autostrade del mare, guidata da fine 2020 da Zeno D'Agostino, presidente del porto di Trieste. Per assorbire questi cambiamenti, RAM è autorizzata ad assumere a tempo indeterminato 19 persone. 

Il decreto, inoltre, dispone modifiche "leggere" alle Zone economiche speciali, ovvero modifica la conferenza dei servizi e crea lo sportello unico digitale per le imprese.
 

Tag: digitale