|
napoli 2
10 agosto 2020, Aggiornato alle 19,36
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Gioia Tauro, un piano per assorbire gli articoli 16 e 18 in Agenzia portuale

Nei prossimi giorni i legali dell'Autorità portuale presenteranno al ministero dei Trasporti la fattibilità di un assorbimento dei licenziati delle imprese e dei concessionari portuali

Il terminal auto del porto di Gioia Tauro

Un piano normativo per assorbire nella Gioia Tauro Port Agency i lavoratori licenziati dalle aziende ex articolo 16 e 18. Se ne occuperà l'Autorità portuale di Gioia Tauro su mandato del ministero dei Trasporti, predisponendo la fattibilità di un procedimento del genere. La decisione nel corso di un tavolo tecnico in videoconferenza con le vicecapo di Gabinetto del dicastero, Maria Teresa Di Matteo e Patrizia Scarchilli, insieme all'Autorità portuale calabrese, la Port Agency e i sindacati.

«Grande apertura del ministero delle Infrastrutture e Trasporti alle istanze dell'Autorità portuale di Gioia Tauro per trovare una soluzione», commenta l'authority portuale.

Non dovrebbe volerci molto per predisporre il piano. Già nei prossimi giorni l'ufficio legale dell'ente guidato dal commissario Andrea Agostinelli ha intenzione di indire una nuova riunione «per trovare una soluzione un'istanza che punta a garantire l'iscrizione nella Gioia Tauro Port Agency».