|
adsp napoli 1
25 giugno 2024, Aggiornato alle 18,13
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Infrastrutture

Gioia Tauro e Vibo Marina vogliono allargare l'imboccatura dei porti

Nelle prossime settimane l'Autorità di sistema portuale e l'Università Mediterranea di Reggio Calabria stipuleranno un protocollo per uno studio preliminare


Il sistema portuale di Gioia Tauro-Vibo Marina lavora allargamento dell'imboccatura dei due porti. Stamattina il presidente dell'Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno meridionale e Ionio, Andrea Agostinelli, ha incontrato i professori Felice Arena e Vincenzo Barrile dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria con l'obiettivo di avviare «possibili percorsi di collaborazione finalizzati all'ulteriore sviluppo ecosostenibile dei porti di Gioia Tauro e di Vibo Valentia Marina», si legge in un comunicato dell'autorità portuale. 

Accompagnati da Carmelo Gioffrè e Domenico Strangi, della società Service Enterprises di Gioia Tauro, il professore Arena, ordinario di Costruzioni Marittime, e il professore Barrile, responsabile del laboratorio di Geomatica del dipartimento Diceam, accompagnato da Emanuela Genovese, hanno proposto la sottoscrizione di un protocollo d'intesa mirato  ad avviare un'analisi di studio sulla fattibilità ambientale del prolungamento del molo del porto di Vibo Marina e dell'ampliamento dell'imboccatura dello scalo portuale di Gioia Tauro.

A tale proposito, il presidente Andrea Agostinelli ha accolto la proposta dell'Università Mediterranea con la prospettiva di sviluppare i rapporti tra l'Autorità di Sistema portuale e il mondo della ricerca universitaria «finalizzati ad una sempre maggiore crescita dei porti di propria competenza in un'ottica di sostenibilità ambientale».