|
adsp napoli 1
04 ottobre 2022, Aggiornato alle 11,35
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Fusione Konecranes-Cargotec, via libera dell'Ue

Le due società finlandesi leader mondiali nella produzione di mezzi portuali potranno concentrarsi a patto che cedano qualche attività

(Derek Yu/Flickr)

La Commissione europea ha approvato, ai sensi del Regolamento Ue sulle concentrazioni, la fusione tra Cargotec e Konecranes, due società finlandesi specializzate nella produzione di gru e attrezzature di movimentazione portuali. «Nell'attuale panorama del settore del trasporto di container dovevamo assicurarci che questa fusione non danneggi le catene di approvvigionamento con ulteriori aumenti dei prezzi. A seguito dei rimedi offerti dalle due società, i clienti in Europa continueranno ad avere una scelta sufficiente di attrezzature portuali e continueranno a beneficiare di prezzi competitivi e di un'ampia scelta di tecnologia», ha detto la vicepresidente della Commissione europea e commissario per la concorrenza, Margrethe Vestager.

Cargotec e Konecranes sono tra i più grandi produttori mondiali di mezzi di movimentazione di piazzale, come gru a portale gommate; vettori a cavaliere o a navetta; attrezzature mobili come reach stacker e carrelli elevatori. Di fatto, le due insieme dominerebbero il mercato portando a una crescita dei prezzi di questi prodotti, ma sono state trovate delle soluzioni. Cargotec cederà le sue attività di produzione di gru a cavaliere e di shuttle carriers, mentre Konecranes cederà le attività di produzione delle travi di sospensione. Così, sulla base di queste premesse, la Commissione europea ha autorizzato la fusione tra le due società. 

L'autorizzazione dell'Ue non è sufficiente ancora però per avviare il processo di fusione. Dovranno dare il via libera anche gli organismi di controllo di Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Nuova Zelanda, Singapore e Israele.

-
credito immagine in alto

Tag: bruxelles