|
napoli 2
01 dicembre 2020, Aggiornato alle 18,54
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

FS e Snam sviluppano l'idrogeno sulle ferrovie italiane

Accordo tra la società statale e quella di infrastrutture energetiche per convertire locomotori diesel e progettare linee dedicate al trasporto del combustibile

Un treno a idrogeno realizzato da Alstom (Alstom.com)

FS Italiane e Snam hanno firmato un memorandum of understanding per valutare la fattibilità tecnica ed economica del trasporto ferroviario di idrogeno in Italia.

L'accordo, firmato dagli amministratori delegati Gianfranco Battisti (per FS) Marco Alverà (per Snam) permetterà di lavorare su progetti pilota comuni per convertire alcune linee ferroviarie e alcuni convogli gestiti dallo Stato in assi di distribuzione di questo innovativo carburante (che non emette praticamente particolato e abbatte significativamente le emissioni di anidride carbonica) o nella riconversione dei locomotori da diesel a idrogeno.

FS e Snam studieranno trasporto, compressione, stoccaggio, fornitura e utilizzazione dell'idrogeno, cercando di ottenere finanziamento anche tramite gare pubbliche.

Un accordo che secondo Battisti punta a «favorire la mobilità sostenibile, in linea con il Green New Deal europeo. I trasporti ferroviari a idrogeno sono un'innovazione fondamentale in grado di aumentare la sostenibilità ambientale sia del trasporto merci che di quello passeggeri su le restanti tratte ferroviarie non ancora elettrificate». Per Alverà, la partnership è «un passo importante nella promozione di una catena del valore dell'idrogeno in Italia a partire da settori cruciali per la decarbonizzazione come il trasporto di persone e merci. Grazie alla collaborazione tra FS Italiane e Snam, puntiamo a realizzare infrastrutture per convertire rapidamente a idrogeno i treni attualmente alimentati a diesel in Italia, acquisendo così una leadership tecnologica da capitalizzare anche a livello internazionale».

-
credito immagine in alto