|
Porto di Napoli
15 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,25
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Fincantieri presenta "Carabiniere" all'Australia

Incontri istituzionali per i dirigenti del gruppo cantieristico. In ballo la gara da 35 miliardi per il rinnovo delle fregate della Royal Australian Navy


Incontri istituzionali in Australia per Giampiero Massolo e Giuseppe Bono, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Fincantieri, accompagnati dal direttore generale Alberto Maestrini. Una missione industriale utile a rinforzare i contatti in loco in vista dell'importante gara "Future Frigates/SEA 5000", il programma di rinnovamento della Royal Australian Navy da 35 miliardi di dollari australiani che prevede la realizzazione tra il 2022 e il 2033 di nove fregate di nuova generazione. Attualmente Fincantieri partecipa alla fase di preselezione. Massolo, Bono e Maestrini hanno illustrato a rappresentanti del governo il progetto della nave "Carabiniere", quinta di dieci fregate consegnata da Fincantieri alla Marina Italiana nel 2015 e impegnata attualmente a Sidney (foto) dall'inizio dell'anno in una compagna navale di addestramento congiunta con la Royal Australian Navy. 

Quella di Sydney è la terza tappa in australiana per "Carabiniere", dopo quelle di Fremantle e Adelaide. Prima di tornare in Italia sosterrà anche a Melbourne. Parallelamente i dirigenti di Fincantieri hanno organizzato in ogni porto toccato dalla nave una serie di incontri con le aziende locali per eventuali collaborazioni.

A dicembre scorso il gruppo navalmeccanico italiano ha fondato "Fincantieri Australia", società dedicata per seguire le attività nel continente oceanico, con sede a Canberra. Sarà impegnata al fianco del governo e delle società del Paese attive nella cantieristica per seguire il programma militare delle fregate. Fincantieri partecipa alla gara forte del modello delle proprie fregate FREMM, in servizio per la Marina militare italiana.