|
napoli 2
11 aprile 2021, Aggiornato alle 16,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori - Infrastrutture

Fincantieri, Navi Mercantili diventa l'unica interfaccia per gli armatori

La divisione assorbe quella Services. La sinergia grazie anche a Fincantieri USA. NE beneficierà il refurbishment. Daniele Fanara nominato direttore

Daniele Fanara, alla guida della divisione Navi Mercantili di FIncantieri (LinkedIn)

Nell'ottica di perseguire ulteriori opportunità di sviluppo del business e al fine di massimizzare le sinergie tra i settori newbuilding e after sales del segmento cruise, la direzione Services di Fincantieri è confluita nella divisione Navi Mercantili, che si presenta così come un'interfaccia unica verso le società armatrici.

Il potenziamento delle attività avverrà anche attraverso la supervisione e il coordinamento di Fincantieri Services USA, la controllata del Gruppo con sede a Miami, fulcro di tutte le attività di servizi e post vendita sulle navi da crociera negli Stati Uniti. La Direzione sarà guidata da Daniele Fanara, coadiuvato da Andrew Toso in qualità di deputy, che rispondono a Luigi Matarazzo, direttore generale della Divisione Navi Mercantili.

Dall'operazione, informa Fincantieri in una nota, è atteso un beneficio anche per le altre realtà di Fincantieri, nello specifico per i poli dell'Arredamento e dei Sistemi Elettrici e Meccanici, con prodotti e servizi ulteriormente valorizzati presso un ventaglio più ampio di operatori. In particolare, dalla riorganizzazione trarranno vantaggio le attività per il refurbishment delle cabine, sale pubbliche e aree catering, l'installazione e la sostituzione di stabilizzatori e thruster più avanzati, l'introduzione di nuovi impianti di propulsione e di energia in ottica saving e di abbattimento delle emissioni, l'ammodernamento di impianti di condizionamento, anche abbinati a sistemi di sanificazione dell'aria. Infine, sinergie con le costruzioni di mega yacht, incrementando la quota di mercato nel refitting di questo comparto.

Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, sottolinea che «questa mossa ci consentirà di sfruttare pienamente il patrimonio di esperienze e conoscenze derivato dalle varie piattaforme che abbiamo realizzato, dal momento che una nave su tre della flotta crocieristica mondiale in circolazione è stata costruita da noi. Potremo così proporre ai nostri clienti una serie di interventi sempre più specialistici e avanzati, in grado di ringiovanire e allungare la vita delle unità».