|
napoli 2
20 settembre 2020, Aggiornato alle 16,15
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Fincantieri e JSW in trattativa per entrare a Piombino

L'idea dei costruttori è di realizzare un polo multi-purpose dove produrre traghetti, draghe e moduli cellulari in cemento armato

Il porto industriale di Piombino

Fincantieri potrebbe aprire un nuovo stabilimento a Piombino insieme a JSW Group. Il distaccamento italiano di uno dei principali navalcostruttori indiani, insieme a Piombino Logistics e GSI Lucchini, ha infatti avviato una trattativa con il gruppo navalmeccanico italiano per rilevare alcune aree all'interno del sito industriale del porto toscano da destinare alla cantieristica e alla realizzazione di grandi moduli cellulari in cemento armato, utili per l'edilizia.

Una nota di JSW riferisce che allo studio c'è un progetto di costruzione di diverse banchine e la realizzazione di un bacino galleggiante multi-purpose. Il polo costruirebbe principalmente traghetti e draghe, oltre ai moduli in cemento armato.

Marco Carrai, vicepresidente esecutivo di JSW Steel Italy, spiega che «il progetto si inserisce in un più ampio e complementare contesto di iniziative, tutte compatibili tra loro, volte a sfruttare il potenziale del sito industriale di Piombino. Il polo siderurgico è già considerato un'importanza significativa per il tessuto industriale italiano, per il capitale umano che è impiegato negli impianti e per il territorio del comune di Piombino. Grazie alla nostra forte impronta nel settore siderurgico globale, agli investimenti della casa madre, grande impresa globale che si colloca tra i leader mondiali nella produzione del settore dell'acciaio, e alla posizione geografica e alle eccellenti infrastrutture del sito industriale di Piombino, siamo in grado di attrarre investitori e partner tecnologici nella creazione di un cluster innovativo, tra gli altri, per i progetti siderurgici contemporanei».