|
adsp napoli 1
29 novembre 2022, Aggiornato alle 18,32
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Filiera ittica in Campania, il Natale della Guardia Costiera a tutela del consumatore

Capillari controlli in mare e nei luoghi di distribuzione proseguiranno fino alla fine delle festività


Con quasi mille controlli effettuati fino a quasi la vigilia di Natale (e oltre cento sanzioni comminate), la Guardia Costiera - Direzione Marittima della Campania – IV Centro di Controllo Area Pesca - sta conducendo dall'inizio di dicembre l'operazione "Atlantide" che vede ogni giorno duemila donne e uomini impegnati in una serie di mirati controlli lungo l'intera filiera ittica. Le attività, che continueranno fino al termine delle festività, si sono concentrate in mare, con controlli finalizzati al contrasto alla pesca illegale, ma anche a terra sulle grandi piattaforme logistiche di distribuzione, ove peraltro principalmente viene accentrato il prodotto proveniente dall'estero; presso i punti di ingresso dello stesso nel territorio italiano come porti e aeroporti, a cui si sono aggiunti controlli su strada e lungo le autostrade. Attività, quest'ultime, incentrate a verificare la genuinità dei prodotti, la loro rispondenza ai requisiti di qualità e tracciabilità, in modo che siano garantite tutte le informazioni necessarie ad attestarne la provenienza lecita.

I risultati raggiunti in Campania fino a poco prima di Natale:
-  controlli 930
-  sanzioni amministrative 110
-  sanzioni penali 4
-  importo sanzioni amministrative 171 mila euro
-  sequestri 109, tra prodotto ittico (6000 Kg) e attrezzi da pesca (200)

Tenendo conto che i numeri sono destinati a crescere notevolmente fino al 31 dicembre, la Guardia Costiera segnala in particolare queste operazioni effettuate a Napoli e provincia:
- sequestro di 2700 Kg di prodotti ittici di varie specie (ostriche, vongole ecc.), effettuato, dal personale militare della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, nei confronti di n° 4 autotrasportatori, in quanto privi di documenti di tracciabilità che sono stati sanzionati per un totale di 6000 euro.
- sequestro di 1400 Kg di prodotti ittici (1000 Kg di frutti di mare e 400 Kg di pesce), effettuato dal personale militare della Capitaneria di Porto di Napoli, presso mercati ittici in quanto privi di documenti di tracciabilità.
- sequestro di 86 attrezzi da pesca (reti da posta, nasse, rastrelli da natante, trappole per cefalopodi) e 60 Kg di molluschi bivalvi (telline), oltre alla elevazione di una sanzione penale e una amministrativa, effettuato con una vasta operazione, dal personale militare della Capitaneria di Porto di Napoli sul litorale Domitio.