|
napoli 2
07 luglio 2020, Aggiornato alle 15,57
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Fatture elettroniche, come pagare l'imposta di bollo

Il decreto del Mef sulle modalità da seguire è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale


Sulla Gazzetta Ufficiale numero 5 del 7 gennaio è stato pubblicato il decreto del MEF del 28 dicembre scorso, che interviene sulle modalità di assolvimento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche. In particolare – precisa il coordinamento interregionale Fai di Napoli, Salerno, Caserta, Avellino e Roma – il provvedimento stabilisce che:

- il pagamento dell'imposta relativa ad atti, documenti e ai registri emessi o utilizzati durante l'anno, avviene in un'unica soluzione entro 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio;

- il pagamento dell'imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse in ciascun trimestre solare, deve essere effettuato entro il giorno 20 del primo mese successivo.

L'ammontare dell'imposta viene calcolato dall'Agenzia sulla base dei dati presenti nelle fatture elettroniche inviate dal soggetto passivo Iva tramite il Sistema di interscambio (Sdi), e comunicato al diretto interessato nella sua area riservata del sito delle Entrate. Il pagamento può avvenire tramite il servizio presente sempre all'interno della predetta area riservata, con addebito su conto corrente bancario o postale, oppure tramite il modello F24 predisposto dalle Entrate.

Le fatture elettroniche sulla quali è obbligatoria l'imposta di bollo, devono riportare la specifica annotazione di deve assolto l'imposta ai sensi del DM 17.6.2014 Infine, le novità appena esaminate si applicano alle fatture elettroniche emesse dal 1° gennaio 2019.