|
Porto di Napoli
24 settembre 2018, Aggiornato alle 17,23
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping
Politiche marittime

Esperti ambiente Ue: "Basta con i finanziamenti ai carburanti fossili"

L'Fmi stima che l'eliminazione dei fondi per il settore trasporti potrebbe ridurre le emissioni globali fino al 20%


La Commissione Europea ha riunito un gruppo di esperti col l'obiettivo di formulare proposte concrete per la decarbonizzazione delle strade. Secondo Wendel Trio, direttore della Climate Action Network Europe, è una buona cosa che la Commissione voglia spingere i governi ad incrementare gli sforzi per rendere più efficienti i veicoli adibiti al trasporto, promuovendo mezzi più verdi (quali l'andare a piedi, il ciclismo ed il trasporto collettivo). Tuttavia, in contraddizione con quanto enunciato dagli esperti, nell'Ue persiste uno dei principali fattori che inducono all'incremento dell'uso di automobili, furgoni e camion: i finanziamenti ai carburanti fossili.

18 miliardi di euro
Questi finanziamenti, riferiscono Euractiv.com e Cisco, in molti Paesi sono ancora ingenti e rappresentano un reale intralcio al cambiamento nei sistemi di trasporto. Si stima che il settore in Europa trarrà ancora vantaggio da approssimativamente 18 miliardi di euro di finanziamenti nel 2015. Secondo il Fondo Monetario Internazionale, l'eliminazione dei finanziamenti ai carburanti fossili potrebbe ridurre le emissioni globali di gas serra fino al 20%. Inoltre, in un recente documento della Direzione Generale per gli Affari Economici e Finanziari della Commissione europea si legge che i finanziamenti ai carburanti fossili sono onerosi per i contribuenti. Essi tolgono spazio alla spesa del governo ad alta priorità e sono economicamente inefficienti, distorcendo le indicazioni sui prezzi del mercato e comportando una sbagliata assegnazione delle risorse.