|
Porto di Napoli
16 ottobre 2018, Aggiornato alle 19,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Emsa, nel 2016 oltre tremila incidenti marittimi

Il 60% dei sinistri causati da errore umano. L'agenzia europea per la sicurezza in mare pubblica il suo report annuale


Circa la metà dei sinistri verificatisi negli ultimi cinque anni sono connessi alla navigazione; contatti, incagli e arenamenti o collisioni. Numeri che emergono dall'ultimo rapporto annuale dell'Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima (EMSA) sui sinistri e incidenti marittimi.

Il 40 per cento degli incidenti sul lavoro è stato attribuito agli scivolamenti, agli inciampamenti e alle cadute delle persone. E nonostante lo sviluppo dei sistemi informatici di sicurezza, conclude il rapporto, gli errori umani hanno causato il 60% degli incidenti.

La tecnologia progredisce anche sulle navi, ma il mare rimane un elemento talvolta pericoloso e infido, come confermano i 3.145 incidenti marittimi avvenuti lo scorso anno nel mondo , eventi che hanno causato la morte di 106 persone e il ferimento di altre 957, oltre alla perdita di 26 navi.

Nel periodo 2011-2016 si sono verificati complessivamente 16.539 sinistri, di cui ben 12.663 nelle acque territoriali e interne degli Stati dell'Unione Europea, con il coinvolgimento di 18.655 navi e la perdita di 253 navi. In questi incidenti hanno perso la vita 600 persone e altre 5.607 hanno subito ferite.