|
Porto di Napoli
18 dicembre 2018, Aggiornato alle 16,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Eventi - Logistica

Edoardo Rixi all'assemblea Alis

Il vice-ministro e sottosegretario al Mit sottolinea l'importanza di riportare l'Italia al centro dell'economia mediterranea


Riportare l'Italia al centro dell'economia mediterranea, "anche aumentando i traffici commerciali con le realtà del nord Africa". E' l'auspicio, ma pure una delle linee strategiche espresse dal vice-ministro e sottosegretario al ministero delle Infrastrutture e Trasporti Edoardo Rixi che venerdì scorso è intervenuto a Roma all'assemblea dei soci dell'Alis, l'Associazione per la Logistica e l'Intermodalità sostenibile presieduta da Guido Grimaldi.


"Bisogna avere una linea forte ed aggressiva – ha continuato Rixi - su scala internazionale che riporti la rotta degli investimenti nel Mare Nostrum. L'Europa ad oggi esercita i propri interessi quasi esclusivamente sulle economie che coinvolgono traffici commerciali nel nord del continente, spesso sfruttando esclusivamente le rotte dei Mari del Nord". Il nostro Paese ha un evidente vantaggio geografico nell'essere una penisola. Bisogna tradurre tutto ciò anche in un vantaggio economico sfruttando le direttrici dell'Adriatico e del Tirreno.


 "La priorità – ha detto Guido Grimaldi – è l'internazionalizzazione della nostra economia, puntando anche a dare nuovo impulso allo sviluppo del Mezzogiorno quale reale valore aggiunto del sistema Italia. E la nostra associazione è nata con lo scopo di fare sistema. In quest'ottica ai primi di settembre mi incontrerò anche col Commissario Europeo ai Trasporti Violeta Bulc per discutere, appunto, delle principali questioni afferenti al mondo del trasporto intermodale in Europa e del ruolo che l'Italia deve avere in tale scenario". Alla conclusione dell'assemblea Guido Grimaldi ha consegnato a Rixi un documento programmatico dell'associazione.

 

Nella foto, da sinistra, Guido Grimaldi e Edoardo Rixi