|
napoli 2
30 novembre 2020, Aggiornato alle 20,13
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

È nata Confindustria Nautica

Le assemblee di Ucina e Nautica Italiana hanno approvato il percorso che porterà entro il 31 gennaio alla loro rinnovata unione

Saverio Cecchi e Lamberto Tacoli

E giunse il giorno della ri-unificazione nel settore della nautica italiana. Al termine delle due assemblee di fine anno, tenute rispettivamente a Genova e Milano, i soci di Ucina e Nautica Italiana hanno infatti approvato il percorso che porterà entro il 31 gennaio 2020 alla loro rinnovata unione (dopo il divorzio del 2015) in Confindustria Nautica, la sigla associativa che riunirà il comparto nautico nazionale sotto un'unica rappresentanza. Poiché la casa comune sarà quella di Confindustria, lo statuto resterà quello di Ucina, integrato ovviamente con alcune modifiche richieste dai soci di Nautica Italiana, che sono state accolte e votate dall'assemblea dei soci Ucina.

Non meno di 45 aziende di Nautica Italiana, infatti, che rispettano i requisiti previsti da Confindustria dovranno aderire entro il 31 gennaio prossimo, secondo le modalità fissate dal ‘Protocollo di intenti per la riunificazione', al fine di rendere operativo l'accordo che prevede l'affiancamento dei rappresentanti delle due associazioni. La compagine presidenziale vedrà Saverio Cecchi, restare in carica come presidente, con Lamberto Tacoli che ne diverrà il vice presidente vicario. Al termine del periodo transitorio, che porterà all'elezione di un nuovo presidente e della squadra dei vice presidenti, i due diventeranno entrambi Past President di Confindustria Nautica. 
 

Tag: nautica