|
adsp napoli 1
17 luglio 2024, Aggiornato alle 19,21
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4

Digitalizzazione del settore marittimo, il focus della Guardia Costiera

Sono stati analizzati i vantaggi del processo in termini di competitività, sicurezza dei lavoratori e sostenibilità


Organizzato dal comando generale del corpo delle Capitanerie di Porto, si è tenuto ieri l'evento dedicato alla digitalizzazione del trasporto marittimo e della logistica. Dopo i saluti introduttivi di Edoardo Rixi, viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, di Nicola Carlone, comandante generale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera e Luca Salamone, direttore generale Agenzia Spaziale Italiana, sono stati analizzati i vantaggi dalla digitalizzazione in termini: di competitività (sviluppo nuovi flussi di revenue basati su servizi digitalizzati); di sicurezza (diminuzione dei tempi di manodopera e maggiore tutela della salute del lavoratore); di sostenibilità (efficientamento e riduzione dei consumi energetici. Riduzione gas serra).

Grande attenzione, riferisce la Federazione del Mare, è stata dedicata al progetto 5G MASS e all'importanza delle tecnologie spaziali per la navigazione autonoma nel contesto internazionale, con approfondimenti sulla sperimentazione della nave autonoma nel porto di Livorno e la strategia per l'innovazione del sistema portuale, nonché sull'esperienza 5G MASS a bordo nave (caso studio su M/n Eco Savona).

Il vicepresidente di Fedepiloti, Fabio Pagano, è intervenuto sulla navigazione del futuro: connubio perfetto tra intelligenza artificiale, sicurezza della navigazione, salvaguardia del lavoro marittimo. Infine, il segretario generale di Assoporti, Oliviero Giannotti, ha illustrato il processo di digitalizzazione nei porti italiani. Oltre ai numerosi esponenti del cluster marittimo italiano, era presente Laurence Martin, segretario generale della Federazione del Mare.