|
napoli 2
22 maggio 2019, Aggiornato alle 09,11
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Infrastrutture

Damen chiude 2018 in perdita

Fatturato negativo per 17 milioni di euro. Pesano le scarse attività nell'offshore e nel rimorchio, oltre alla concorrenza

Lo stabilimento di Damen a Gdynia, in Polonia

Il gruppo olandese Damen Shipyards ha chiuso il 2018 con una perdita – la prima degli ultimi quindici anni - netta di 17 milioni di euro. Lo rende noto il gruppo cantieristico sul suo sito, che ha detto che questa situazione finanziaria dipende da diversi fattori.

In primo luogo, l'alto costo del greggio condiziona il settore offshore. Poi, il settore del rimorchio portuale, mercato chiave di Damen, è sottoperformante per via della concorrenza del mercato che esercita una pressione al ribasso dei prezzi, con gli operatori che cercano di consolidarsi. L'anno scorso sono cresciuti i settori riparazioni e riconversioni, cosa che ha permesso perlomeno di contenere una parte delle perdite. Il profitto resta basso per via delle perdite operative nelle società acquisite: Verolme, Curaçao e Mangalia Romania.

Nonostante queste condizioni difficili, il gruppo cantieristico olandese nel 2018 ha continuato a lanciare un gran numero di progetti, che attualmente valgono 1,9 miliardi di euro. «In generale, il fatturato è in salute. La difficoltà è che, nonostante gli alti livelli di attività, il profitto è sotto pressione per una combinazione di fattori, tra cui l'eccesso di offerta di navi in alcuni mercati e l'aumento del costo del lavoro in alcune regioni», spiega  l'amministratore delegato di Damen, Réne Berkvens.

Secondo il gruppo navalmeccanico i mercati più promettenti sono quelli da crociere, della navigazione interna, dei trasporti pubblici, della nautica e delle energie rinnovabili legate all'offshore.

L'anno scorso l'attività dello stabilimento di Damen Schelde è stata particolarmente bassa. «Nonostante significativi investimenti, per un periodo prolungato e finalizzati alla partecipazione a vari progetti, ad esempio nei programmi di sottomarini olandesi e dei MKS 180 tedeschi, i premi non sono ancora stati annunciati», ha detto Berkvens. «I progetti di difesa e sicurezza – continua - sono un fattore critico, non solo per il successo di Damen ma anche per la marina e per il mantenimento di un'industria di difesa interna nei Paesi Bassi».