|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Dal treno alla crociera, Civitavecchia avvia servizio navetta

Arriva l'autorizzazione del Comune per far operare i concessionari fuori dal porto. Si rinnova il Civitavecchia Blue Agreement

Il sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, e il presidente del porto, Francesco Maria di Majo, firmano l'accordo

Il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo, e il sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, hanno sottoscritto un protocollo d'intesa che istituisce per la prima volta un servizio di trasporto dei crocieristi dalla stazione ferroviaria di Civitavecchia al terminal crocieristico.

Il servizio sarà operativo dal 17 agosto e riguarda tutti i passeggeri che devono raggiungere la stazione ferroviaria e tutte le navi ormeggiate sulla banchina Cristoforo Colombo e 25. L'itinerario del primo è stazione ferroviaria, Viale Garibaldi, Piazza Vittorio Emanuele, Varco Vespucci. In uscita è Varco Fortezza, Viale Garibaldi, stazione ferroviaria. L'itinerario del secondo, in uscita, è Varco Vespucci, corso Marconi, piazza Vittorio Emanuele, viale Garibaldi, stazione ferroviaria. 

L'attivazione del collegamento diretto stazione-porto, sotto forma di linea speciale dedicata, benché nasca da esigenze connesse all'emergenza sanitaria, risponde ad una richiesta da anni avanzata sia dagli armatori che dai crocieristi per ridurre i tempi di percorrenza e dare un servizio più efficiente all'utenza portuale. Con i radicali cambiamenti avviati dalla pandemia, ora questa esigenza si è velocemente concretizzata. L'ultima autorizzazione, infatti, dipendeva dal Comune di Civitavecchia per far operare al di fuori dell'ambito portuale la società concessionaria dei servizi di mobilità in porto, sulla base di una gestione congiunta tra la stessa Port Mobility e la CSP, società di trasporto locale in house del Comune, che presto stipuleranno un accordo.  

All'accordo hanno collaborato anche la sanità marittima-USMAF, l'Asl Roma 4, la Capitaneria di Porto, la Polizia di Frontiera, l'Agenzia delle Dogane, la Guardia di Finanza, Roma Cruise Terminal, Msc Crociere con il suo tour operator SMS, e Port Mobility.

Si rinnova il Civitavecchia Blue Agreement
L'authority portuale di Civitavecchia ha annunciato che rinnoverà l'accordo volontario tra le compagnia marittime delle autostrade del mare e delle crociere per ridurre le emissioni di zolfo, il Civitavecchia Blue Agreement, sipulato a giugno 2018. La firma sarà il 25 agosto e stavolta oltre a Grandi Navi Veloci, Gimaldi Lines e Tirrenia ci saranno anche Costa Crociere ed Msc Crociere, tra le altre, a impegnarsi per abbattere le emissioni di ossido di zolfo.

L'Arpa Lazio riferisce che negli ultimi mesi al porto di Civitavecchia non sono mai statisuperati i limiti di tollerabilità sullo zolfo prescritti dalla normativa, che dal 2020 riduce il tenore consentito di sette volte. Dai controlli della Capitaneria di Porto in un solo caso è stato riscontrato il mancato rispetto dei limiti di tenore di zolfo nel combustibile.  

Intanto l'Arpa Lazio,  in aggiunta alle attuali centraline fisse, ha collocato una postazione mobile all'interno del porto per potenziare i controlli sulle emissioni prodotte dalle navi.