|
napoli 2
27 novembre 2021, Aggiornato alle 09,59
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Crociere, nel 2016 si torna agli anni d'oro

Oltre 11,7 milioni di passeggeri movimentati, record storico. Cinque porti sopra il milione. Dopo la battuta d'arresto del 2014, il traffico torna a crescere


Il traffico crocieristico in Italia l'anno prossimo tornerà a livelli superiori a quelli storici del 2013, dopo un anno, il 2014, che ha segnato una battuta d'arresto e un 2015 previsto in ripresa. L'ultimo rapporto Italian Cruise Watch - presentato da Risposte Turismo al suo evento annuale "Italian Cruise Day" tenutosi venerdì scorso a Civitavecchia - segna un nuovo record nel 2016: 11,73 milioni di passeggeri movimentati (nel 2015 previsti 10,9 milioni). Le toccate nave saranno 5.100 (+5,5%).
 
Nonostante il limite infrastrutturale del paese, che gli armatori e le associazioni di categoria sottolineano spesso, e un mercato al livello europeo che ha raggiunto una certa maturità, lo spazio per ospitare più navi in Italia c'è ancora. L'anno prossimo saranno cinque gli scali italiani che movimentano oltre un milione di passeggeri: Civitavecchia, Venezia, Napoli, Genova e Savona.

I dati sono il frutto del monitoraggio di 31 porti crocieristici italiani (il 95 per cento del traffico e l'87 per cento delle toccate nave). Le stime si basano sugli accosti confermati ad oggi.
 
Il porto che movimenterà più crocieristi nel 2016 resta Civitavecchia, con 2,32 milioni, quasi un milione in più di Venezia (1,55) e Napoli (1,24). Lo scalo laziale è anche quello che accoglie più compagnie. Invece l'armatore più presente in Italia è Costa Crociere, che è approdata in 20 porti su 31 analizzati, seguita da Ponant e Thomson Cruises (19), Oceania Cruises (17) e Seadream Yacht Club (16).

In risposta alla recente esortazione di Clia all'Europa a darsi da fare di più sulle infrastrutture e l'accoglienza a terra, il rapporto indica che in Italia sei scali su dieci prevedono di investire in nuove opere tra il 2016 e il 2018.

1. Civitavecchia 2.327.325 (+1%). Toccate: 850 (+7,2%)
2. Venezia 1.553.000 (-2,9%). Toccate: 505 (-3,6%)
3. Napoli 1.244.000 (+3,8%). Toccate: 438 (-2,7%)
4. Genova 1.100.000 (+35,8%). Toccate: 240 (+26,3%)
5. Savona 1.000.000 (=). Toccate: 225 (-3,8%)
6. Livorno 800.000 (+12,2%). Toccate: 394 (+3,7%)
7. La Spezia 625.000 (-3,4%). Toccate: 166 (-7,3%)
8. Palermo 550.000 (=). Toccate: 198 (=)
9. Bari n.d. Toccate: 140 (-8,5%)
10. Messina 371.092 (+12,6%). Toccate: 193 (+22,2%)
 
Altri porti 2.160.634 (+14,1%). Toccate: 1.792 (+10,9%)

Totale 11.731.528 (+6,2%). Toccate: 5.141 (+5,5%)